Proposta di modifica n. 15.16 al ddl S.1721 in riferimento all'articolo 15.
  • status: Ritirato (Ritirato e trasformato nell'odg n. 11)

testo emendamento del 26/06/20

Dopo il comma 2, aggiungere i seguenti:

        Â«2-bis. Nel rispetto dell'articolo 32 comma 2 della Costituzione il Governo è delegato ad adottare entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge uno o più decreti legislativi di riordino della disciplina normativa in materia di vaccini secondo le modalità indicate nel comma 2-ter e sulla base dei seguenti principi e criteri direttivi:

        a) nel rispetto del comma 2 dell'articolo 32 della Costituzione garantire la risarcibilità da parte del Servizio Sanitario Nazionale del danno conseguente a somministrazione vaccinale anche non obbligatoria seppur raccomandata sotto forma di indennizzo vitalizio assegno reversibile per 15 anni o assegno una tantum.

        2-ter. I decreti legislativi di cui al comma 2-bis sono adottati su proposta del Ministro della salute, sentito l'Istituto superiore di sanità, previa intesa in sede di Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano, di cui all'articolo 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131. Gli schemi sono trasmessi alle Camere per l'espressione dei pareri delle Commissioni parlamentari competenti per materia, che si pronunciano nel termine di quarantacinque giorni dalla data di trasmissione, decorso il quale i decreti legislativi possono essere comunque adottati. Se il termine previsto per l'espressione del parere delle Commissioni parlamentari cade nei trenta giorni che precedono la scadenza del termine previsto per l'esercizio della delega o successivamente, la scadenza medesima è prorogata di novanta giorni. Il Governo, qualora non intenda conformarsi ai pareri parlamentari, trasmette nuovamente i testi alle Camere con le proprie osservazioni e con eventuali modificazioni, corredate dei necessari elementi integrativi di informazione e motivazione. Le Commissioni possono esprimersi sulle osservazioni del Governo entro il termine di dieci giorni dalla data della nuova trasmissione. Decorso tale termine i decreti possono comunque essere adottati.

        2-quater. Entro un anno dalla data di entrata in vigore dei decreti legislativi di cui al comma 2-bis, il Governo può adottare disposizioni integrative e correttive con le medesime modalità di cui al comma 2-ter e nel rispetto dei medesimi princìpi e criteri direttivi di cui al comma 2-bis.».