Proposta di modifica n. 28.67 al ddl C.2500 in riferimento all'articolo 28.
  • status: Approvato

testo emendamento del 16/06/20

  Dopo il comma 2, aggiungere il seguente:

  2-bis. Il credito d'imposta di cui al comma 1 spetta anche alle società di capitali con sede legale e amministrativa in Italia che abbiano un fatturato di almeno 5 milioni di euro registrato nel periodo d'imposta precedente e che siano proprietarie o licenziatarie di marchi commerciali, nonché titolari di almeno 150 attività commerciali attive con vendita al dettaglio, relativa ai suddetti marchi commerciali, su punti vendita fisici collocati su tutto il territorio nazionale.

nuova formulazione del 29/06/20

  Dopo il comma 3, aggiungere il seguente:
  3-bis. Alle imprese esercenti attività di commercio al dettaglio, con ricavi o compensi superiori a 5 milioni di euro nel periodo d'imposta precedente a quello in corso alla data di entrata in vigore del presente decreto, il credito d'imposta di cui ai commi 1 e 2 spetta, rispettivamente, nelle misure del 20 per cento e del 10 per cento.

  Conseguentemente:
   al comma 5, dopo le parole: Il credito d'imposta di cui ai commi 1, 2, 3 sono inserite le seguenti: , 3-bis;
   al comma 10 sostituire le parole: valutati in 1.424,1 milioni di euro con le seguenti: valutati in 1.485,5 milioni di euro per l'anno 2020;
   all'articolo 265, comma 5, sostituire le parole: di 800 milioni di euro per l'anno 2020 con le seguenti: di 738,6 milioni di euro per l'anno 2020.