Sub Emendamento n. 19.1000/211 (testo 2) dell'emendamento 19.1000 al ddl S.1766
  • status: Respinto

testo emendamento del 02/04/20

All'emendamento 19.1000, dopo la lettera ll) inserire le seguenti:

            Â«ll-bis) all'articolo 91 sono apportate le seguenti modificazioni:

            ''a) dopo il secondo comma aggiungere in fine i seguenti:

        '2-bis. All'articolo 1, comma 1, alinea, del decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32, le parole: 'fino al 31 dicembre 2020'sono sostituite dalle seguenti: 'fino al 30 giugno 2022';

          2-ter. In ragione delle necessità di approvvigionamento legate all'emergenza epidemiologica da Covid-19, le Regioni, le Province Autonome, la Protezione Civile e le Strutture Sanitarie pubbliche e convenzionate possono procedere all'acquisto diretto dei dispositivi medici e di protezione individuale, nonché di disinfezione, non trovando applicazione, fino al termine dello stato di emergenza dichiarato con delibera del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020, le disposizioni del codice di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, e le altre disposizioni applicabili in materia di acquisti, affidamenti e contratti pubblici in genere';

            b) sostituire la rubrica con la seguente: 'Disposizioni in materia ritardi o inadempimenti contrattuali derivanti dall'attuazione delle misure di contenimento e disposizioni in materia di contratti pubblici''';

        ll-ter) all'articolo 96, apportare le seguenti modifiche:

            ''a) al comma 1, sostituire le parole: '50 milioni', con le seguenti '300 milioni';

              b) il comma 3 è così sostituito: 'con decreto del Ministero delle Finanze di concerto con l'Autorità delegata in materia di sport, da adottare entro 15 giorni dall'entrata in vigore del presente decreto, sono individuate le modalità di presentazione delle domande degli interessati, che devono essere presentate dagli stessi o dai soggetti indicati al comma 1 del presente articolo, e definiti i criteri di gestione delle risorse di cui al comma 2, nonché le forme di monitoraggio e controllo della spesa';

              c) sostituire il comma 4 con il seguente:

        ''4. Agli oneri derivanti presente comma, pari a 300 milioni di euro per l'anno 2020, si provvede mediante utilizzo delle risorse destinate all'attuazione della misura nota come «reddito di cittadinanza» di cui al decreto-legge 28 gennaio 2019, n.4, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 marzo 2019, n. 26, rimaste inutilizzate a seguito di monitoraggio e che sono versate all'entrata del bilancio dello Stato. Qualora, a seguito del suddetto monitoraggio sui risparmi di spesa derivanti dal minor numero dei nuclei familiari richiedenti e dei nuclei familiari percettori del Reddito di cittadinanza di cui all'articolo 10 del decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 marzo 2019, n. 26, entro il 30 giugno di ciascun anno, non si rilevi un ammontare di risorse pari alle previsioni, sono adottati appositi provvedimenti normativi entro il 31 luglio di ciascun anno, nei limiti delle risorse del suddetto Fondo, come rideterminate dalla presente disposizione, che costituiscono il relativo limite di spesa, al fine di provvedere alla rimodulazione della platea dei beneficiari e dell'importo del beneficio economico''».