Articolo aggiuntivo n. 14.0.1 al ddl S.1476 in riferimento all'articolo 14.
  • status: Respinto

testo emendamento del 22/10/19

Dopo l'articolo, inserire il seguente:

«Art. 14-bis.

(Accordo di programma per Taranto)

        1. Per favorire lo sviluppo di attività produttive compatibili con la normativa di tutela ambientale e diverse dal ciclo produttivo siderurgico dell'area a caldo, il Commissario straordinario di Ilva S.p.A. in amministrazione straordinaria, di cui al decreto-legge 4 giugno 2013, n. 61, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2013, n. 89, è incaricato di realizzare programmi di razionalizzazione e valorizzazione delle aree che rientrano nella sua disponibilità, anche in virtù del contratto di affitto con obbligo di acquisto di rami d'azienda per la chiusura delle lavorazioni siderurgiche a caldo.

        2. Al fine di sviluppare gli interventi necessari di cui primo comma, è stipulato un accordo di programma tra il Ministero dello sviluppo economico, il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, il Ministero per il Sud e la Coesione territoriale, il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro per l'Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, il Commissario straordinario di Ilva S.p.A. in amministrazione straordinaria, il Commissario Straordinario per gli interventi urgenti di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione di Taranto di cui al decreto-legge 7 agosto 2012, n. 129, convertito dalla legge 4 ottobre 2012, n. 171, la Regione Puglia, la Provincia e il Comune di Taranto, l'Autorità di Sistema portuale del Mar Ionio e AM InvestCo Italy S.R.L. L'accordo di programma deve prevedere il piano di bonifica e risanamento dell'area dismessa a seguito della chiusura delle lavorazioni siderurgiche a caldo nonché, entro tempi certi e definiti, il piano industriale per il consolidamento delle lavorazioni a freddo. L'accordo di programma e i successivi strumenti attuativi devono altresì prevedere la tutela dei livelli occupazionali e il reimpiego dei dipendenti di AM InvestCo Italy S.R.L. e Ilva Spa in amministrazione straordinaria alla data del 3 settembre 2019.

        3. Per le finalità di cui ai commi precedenti, è autorizzata la spesa di euro 100 milioni per l'anno 2019 ed euro 300 milioni per ogni anno dal 2021 al 2027 a valere sulla programmazione del Fondo Sviluppo e Coesione.».