Articolo aggiuntivo n. 10-ter.0.6 al ddl S.1437 in riferimento all'articolo 10-ter.
  • status: Precluso

testo emendamento del 02/08/19

Dopo l'articolo, aggiungere il seguente:

«Art. 10-quater.

(Potenziamento dell'organico delle Forze di polizia)

        1. Fermo restando quanto previsto dagli articoli 703 e 2199 del codice dell'ordinamento militare, di cui al decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, è autorizzata con apposito decreto del Presidente del Consiglio dei ministri o con le modalità di cui all'articolo 66, comma 9-bis, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, l'assunzione straordinaria per un contingente massimo di 2.100 unità delle Forze di polizia, nel limite della dotazione organica, in aggiunta alle facoltà assunzionali previste a legislazione vigente e in aggiunta a quanto previsto dall'articolo 1, commi 381, 383, 384 e 387 della legge 30 dicembre 2018, n. 145, nei rispettivi ruoli iniziali, a decorrere dal 1º ottobre di ciascun anno, per un numero massimo di:

            a) 700 unità per l'anno 2019, di cui 250 nella Polizia di Stato, 200 nell'Arma dei carabinieri, 100 nel Corpo della guardia di finanza, 150 nel Corpo di polizia penitenziaria;

            b) 700 unità per l'anno 2020, di cui 250 nella Polizia di Stato, 200 nell'Arma dei carabinieri, 100 nel Corpo della guardia di finanza, 150 nel Corpo di polizia penitenziaria;

            e) 700 unità per l'anno 2021, di cui 250 nella Polizia di Stato, 200 nell'Arma dei carabinieri, 100 nel Corpo della guardia di finanza, 150 nel Corpo di polizia penitenziaria.

        2. Agli oneri derivanti dall'attuazione del presente articolo, quantificati in 8 milioni di euro per l'anno 2019 e in 16.165.500 milioni di euro per ciascuno degli 2020 e 2021, si provvede mediante corrispondente riduzione dello stanziamento del fondo speciale di parte corrente iscritto, ai fini del bilancio triennale 2019-2021, nell'ambito del programma ''Fondi di riserva e speciali'' della missione ''Fondi da ripartire'' dello stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze per l'anno 2019, allo scopo parzialmente utilizzando l'accantonamento relativo al medesimo Ministero».