Proposta di modifica n. 6.1 ai ddl C.875 , C.1060 , C.1702 in riferimento all'articolo 6.
  • status: Approvato

testo emendamento del 18/04/19

  Al comma 2, apportare le seguenti modificazioni:
   a) dopo le parole: degli iscritti; aggiungere le seguenti: verifica sulla;
   b) dopo le parole: accordi contrattuali. aggiungere le seguenti: È esclusa qualsiasi forma di contrattazione decentrata.

nuova formulazione del 09/05/19

  Al comma 2, dopo le parole: degli iscritti; aggiungere le seguenti: verifica sulla.

nuova formulazione del 04/03/20

  Sostituirlo con il seguente:

«Art. 6.
(Articolazioni periferiche).

  1. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 13, gli statuti delle associazioni professionali a carattere sindacale tra militari possono prevedere articolazioni periferiche di livello regionale o territoriale.
  2. Gli statuti definiscono le competenze delle articolazioni periferiche, nei limiti dei rispettivi ambiti regionali o territoriali, nelle seguenti materie:
   a) informazione e consultazione degli iscritti;
   b) esercizio delle prerogative sindacali, ai sensi dell'articolo 3 del decreto legislativo 9 aprile 2008 n. 81 e successive modificazioni, sulle misure di tutela della salute e sicurezza del personale militare nei luoghi di lavoro;
   c) rispetto e applicazione della contrattazione nazionale di comparto relazionandosi con l'amministrazione centrale di riferimento;
   d) formulazione di pareri e proposte agli organismi elettivi direttivi delle associazioni professionali a carattere sindacali tra militari».

nuova formulazione del 20/05/20

  Sostituirlo con il seguente:

Art. 6.
(Articolazioni periferiche)

  1. Fermo restando quanto previsto dall'articolo 13, gli statuti delle associazioni professionali a carattere sindacale tra militari possono prevedere articolazioni periferiche di livello regionale o territoriale.   2. Gli statuti definiscono le competenze delle articolazioni periferiche, nei limiti dei rispettivi ambiti regionali o territoriali, nelle seguenti materie:
   a) informazione e consultazione degli iscritti;
   b) esercizio delle prerogative sindacali, ai sensi dell'articolo 3 del decreto legislativo 9 aprile 2008 n. 81 e successive modificazioni, sulle misure di tutela della salute e sicurezza del personale militare nei luoghi di lavoro;
   c) rispetto e applicazione della contrattazione nazionale di comparto relazionandosi con l'amministrazione centrale di riferimento;
   d) formulazione di pareri e proposte agli organismi elettivi direttivi delle associazioni professionali a carattere sindacali tra militari.