Articolo aggiuntivo n. 6.0.3 al ddl S.2272 in riferimento all'articolo 6.

testo emendamento del 13/07/21

Dopo l'articolo, inserire il seguente:

«Art. 6-bis.

(Disposizioni per l'accelerazione delle procedure di reclutamento dei segretari comunali e provinciali)

        1. Al fine di sopperire con urgenza alla carenza di segretari comunali, con esclusivo riferimento al sesto corso-concorso selettivo di formazione per il conseguimento dell'abilitazione richiesta ai fini dell'iscrizione di 224 segretari comunali nella fascia iniziale dell'Albo nazionale dei segretari comunali e provinciali, di cui al comma 5 dell'articolo 16-ter del decreto-legge 30 dicembre 2019, n. 162, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio 2020, n. 8, ivi compresa la sessione aggiuntiva del corso-concorso ivi prevista destinata a 223 borsisti ai fini dell'iscrizione di ulteriori 172 segretari comunali nella fascia iniziale dell'Albo nazionale dei segretari comunali e provinciali, il conseguimento dell'idoneità al termine del concorso per l'ammissione al corso concorso comporta l'abilitazione all'iscrizione nella fascia iniziale dell'albo; l'iscrizione è subordinata al previo svolgimento del tirocinio pratico di due mesi di cui al comma 1 dell'articolo 16-ter del decreto legge 30 dicembre 2019, n. 162, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio 2020, n. 8. Per i segretari iscritti all'albo ai sensi del precedente periodo è introdotto un periodo li prova ed il Corso C incorso, della durata di sei mesi, di cui al comma 1 dell'articolo 16-ter del decreto-legge 30 dicembre 2019, n. 162, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio 2020, n. 8, è commutato in un Corso di formazione iniziale, di pari durata, organizzato in modalità telematica a distanza ed il cui assolvimento è obbligatorio a pena di cancellazione dall'albo. Al termine del Corso è disposta una verifica di apprendimento; il superamento della verifica di apprendimento determina il superamento del periodo di prova.

        2. Al fine di riequilibrare il rapporto numerico fra segretari iscritti all'albo e sedi di segreteria, in deroga ai limiti in materia di assunzioni di segretari, è autorizzata l'assunzione di tutti i candidati risultati idonei al concorso nazionale di cui alla lettera a), fino ad un numero massimo di segretari pari al numero complessivo di 514 borsisti previsti dal comma 5 dell'articolo 16-ter del decreto-legge 30 dicembre 2019, n. 162, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio 2020, n. 8.

        3. Le procedure di reclutamento del settimo e dell'ottavo corso concorso selettivo di formazione per il conseguimento dell'abilitazione richiesta ai fini dell'iscrizione nella fascia iniziale dell'Albo nazionale dei segretari comunali e provinciali di n. 171 e n. 174 segretari, di cui rispettivamente al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2019 ed al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 21 giugno 2021, sono svolte in un'unica sessione concorsuale. In deroga alle disposizioni vigenti, si applicano le seguenti disposizioni:

            a) al fine di riequilibrare il rapporto numerico fra segretari iscritti all'albo e sedi di segreteria, in deroga ai limiti in materia di assunzioni di segretari il fabbisogno già autorizzato è elevato da n. 345 a n. 500 segretari;

            b) il 50 per cento del fabbisogno di cui alla lettera a) è riservato a dipendenti delle amministrazioni pubbliche di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, che siano in possesso dei titoli di studio previsti per l'accesso alla carriera dei segretari comunali e provinciali e abbiano un'anzianità di servizio di almeno cinque anni in posizioni funzionali per l'accesso alle quali è previsto il possesso dei medesimi titoli di studio. Per tale quota riservata l'abilitazione all'iscrizione alla fascia iniziale dell'albo consegue dal superamento del concorso nazionale per l'accesso al Corso - Concorso e le disposizioni sul Corso - Concorso e sul tirocinio pratico sono disapplicate.

        4. A decorrere dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, le assunzioni di segretari comunali e provinciali sono autorizzate con le modalità di cui all'articolo 66, comma 10, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convento, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, per un numero di unità pari al 100 per cento di quelle cessate dal servizio nel corso dell'anno precedente. Conseguentemente, dalla medesima data il comma 6 dell'articolo 14 del 6 luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135, è soppresso.

        5. A decorrere dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, nei comuni inferiori a 3.000 abitanti che abbiano o provvedano a nominare un segretario titolare, una quota pari ad un quarto del trattamento economico spettante, in base al vigente CCNL, ai segretari di fascia C, ivi compresa la retribuzione mensile aggiuntiva per sedi di segreteria convenzionata, ove spettante, è esclusa dai vigenti limiti di spesa e di trattamento accessorio in materia di personale».