Sub Emendamento n. 3.41/9 dell'emendamento 3.41 al ddl S.1662 in riferimento all'articolo 3.

testo emendamento del 06/07/21

All'emendamento 3.41, apportare le seguenti modificazioni:

            a) dopo la lettera c), inserire le seguenti:

            Â«c.1) stabilire un dies ad quem perentorio entro il quale il giudice debba fissare la prima udienza;

            c.2) per i procedimenti in tema di separazioni e divorzi su ricorso congiunto, prevedere la possibilità di trattazione scritta, con dichiarazione dei coniugi autenticata dal difensore di rinunciare alla comparizione, confermare la volontà di separarsi e richiamare le conclusioni assunte in sede di presentazione del ricorso; generalizzare la possibilità di richiedere direttamente il divorzio, senza previamente esperire la procedura di separazione personale, in modo che i due processi diventino alternativi e non consecutivi;

            c.3) eliminare la collegialità nelle cause ordinarie di primo grado, riservandola esclusivamente a cause di impugnazione di una decisione già assunta da un giudice togato monocratico;»;

            b) alla lettera c-bis), aggiungere, in fine, il seguente periodo: «il giudice provvede sulla domanda con ordinanza immediatamente esecutiva ed impugnabile nei termini e nelle forme dell'appello;»

            c) alla lettera c-decies), sostituire il numero 1 con il seguente:

                Â«1) il giudice possa, su istanza di parte, pronunciare ordinanza provvisoria di accoglimento, in tutto o in parte, della domanda proposta, dall'attore o della domanda riconvenzionale del convenuto, quando i fatti costitutivi sono provati e le difese a seconda dei casi del convenuto o dell'attore appaiono manifestamente infondate»;

            d) dopo la lettera c-undecies), aggiungere le seguenti:

            Â«c-undecies.1) consentire all'esito dei procedimenti di interdizione e inabilitazione la nomina del tutore o del curatore direttamente ad opera del Tribunale, senza aprire la relativa procedura dinanzi al giudice tutelare, prevedendo che i tutori prestino giuramento dinanzi al cancelliere;

            c-undecies.2) estendere l'applicabilità della procedura di convalida, di licenza per scadenza del contratto e di sfratto per morosità anche ai contratti di comodato di beni immobili e di affitto d'azienda, dimezzando il termine a comparire di cui all'articolo 660 del codice di procedura civile.».