Articolo aggiuntivo n. 23.0.2 al ddl S.2169 in riferimento all'articolo 23.
  • presentato il 20/05/2021 in XIV Politiche dell'Unione europea del Senato da Dario STEFANO (PD)
  • status: Accolto

testo emendamento del 20/05/21

Dopo l'articolo 23 inserire il seguente:

«Art. 23-bis.

(Modifiche al Codice delle assicurazioni private. Attuazione della direttiva 2019/2177 del Parlamento e del Consiglio che modifica la direttiva 2009/138/CE, in materia di accesso ed esercizio delle attività di assicurazione e di riassicurazione (solvibilità II), la direttiva 2014/65/UE, relativa ai mercati degli strumenti finanziari, e la direttiva (UE) 2015/849, relativa alla prevenzione dell'uso del sistema finanziario a fini di riciclaggio o finanziamento del terrorismo).

        1. Al decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, sono apportate le seguenti modificazioni:

            a) all'articolo 14-bis, dopo il comma 2 è aggiunto il seguente: "2-bis. Qualora il programma di attività indichi che una parte rilevante dell'attività dell'impresa sarà esercitata in regime di stabilimento o di libera prestazione dei servizi in altro Stato membro e che tale attività è potenzialmente rilevante per il mercato dello Stato membro ospitante, l'IVASS, con adeguato livello di dettaglio, informa l'AEAP e l'Autorità di vigilanza dello Stato membro interessato in merito.";

            b) all'articolo 46-bis, dopo il comma 5 è aggiunto il seguente: "5-bis. L'IVASS informa l'AEAP in merito alla richiesta di autorizzazione all'utilizzo o alla modifica di un modello interno. L'IVASS può chiedere all'AEAP assistenza tecnica per la decisione sulla domanda.";

            c) all'articolo 59, dopo il comma 2 è aggiunto il seguente: "2-bis. Qualora il programma di attività indichi che una parte rilevante dell'attività dell'impresa sarà esercitata in regime di stabilimento o di libera prestazione dei servizi in altro Stato membro e che tale attività è potenzialmente rilevante per il mercato dello Stato membro ospitante, l'IVASS, con adeguato livello di dettaglio, informa l'AEAP e l'Autorità di vigilanza dello Stato membro interessato in merito.";

            d) all'articolo 192, dopo il comma 4 è aggiunto il seguente: "4-bis. Qualora l'IVASS individui, nell'impresa che svolga attività rilevante nel territorio di un altro Stato membro ai sensi dell'articolo 14-bis, comma 2-bis, un deterioramento delle condizioni finanziarie o altri rischi emergenti derivanti da tale attività che possano avere un effetto transfrontaliero, informa con adeguato livello di dettaglio l'AEAP e l'autorità di vigilanza dello Stato membro ospitante.";

            e) all'articolo 193, dopo il comma 1-bis è aggiunto il seguente: "1-ter. L'IVASS informa l'autorità di vigilanza dello Stato membro di origine qualora abbia motivo di ritenere che l'impresa di altro Stato membro che svolge attività rilevante nel territorio della Repubblica desta preoccupazioni gravi e giustificate agli interessi di tutela dei consumatori. Nei casi in cui non sia possibile giungere ad una soluzione congiunta tra IVASS e autorità dello stato membro, l'IVASS può rinviare la questione all'AEAP e chiederne l'assistenza.";

            f) all'articolo 195, comma 3, le parole "commi 3 e 4" sono sostituite dalle seguenti: "commi 3, 4 e 4-bis";

            g) all'articolo 195-bis, dopo il comma 1-bis è aggiunto il seguente: "1-ter. L'IVASS informa l'autorità di vigilanza dello Stato di origine qualora abbia motivo di ritenere che l'impresa di riassicurazione di altro Stato membro che svolge attività rilevante nel territorio della Repubblica possa destare preoccupazioni gravi e giustificate agli interessi di tutela dei consumatori. Nei casi in cui non sia possibile giungere ad una soluzione congiunta tra IVASS e autorità dello stato membro, l'IVASS può rinviare la questione all'AEAP e chiederne l'assistenza.";

            h) all'articolo 207-octies:

                1) al comma 2, le parole "e presenta loro immediatamente la domanda completa" sono sostituite dalle seguenti: ", inclusa l'AEAP, e trasmette loro tempestivamente la domanda completa, comprensiva della documentazione presentata. L'IVASS, può chiedere l'assistenza tecnica all'AEAP per la decisione sulla domanda, secondo quanto previsto all'articolo 8, paragrafo 1, lettera b), del regolamento istitutivo dell'AEAP.";

                2) al comma 5, il terzo periodo è sostituito dal seguente: "L'IVASS decide in via definitiva se l'AEAP non adotta la decisione conformemente all'articolo 19, paragrafo 3, del regolamento (UE) n. 1094/2010.";

            i) dopo l'articolo 208-ter è inserito il seguente "Art. 208-quater (Piattaforme di collaborazione costituite dall'AEAP) - 1. L'IVASS fornisce tempestivamente, su richiesta dell'AEAP, tutte le informazioni necessarie per consentire il corretto funzionamento delle piattaforme di collaborazione costituite presso l'AEAP.

        2. L'IVASS può richiedere la creazione, richiedendone la relativa costituzione o aderire a piattaforme di collaborazione con le Autorità di vigilanza degli altri Stati membri.";

            l) all'articolo 217-ter, comma 4, il terzo periodo è sostituito dal seguente: «L'autorità di vigilanza sul gruppo decide in via definitiva se l'AEAP non adotta la decisione di cui al comma 3 conformemente all'articolo 19, paragrafo 3, del Regolamento (UE) n. 1094/2010.».