Articolo aggiuntivo n. 35.0.6 al ddl S.2144 in riferimento all'articolo 35.
  • status: Ritirato

testo emendamento del 10/05/21

Dopo l'articolo, aggiungere il seguente:

«Art. 35-bis.

(Misure a sostegno del Corpo di Capitanerie di porto)

        1. Al fine di garantire l'operatività del servizio del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera per fronteggiare gli accresciuti impegni connessi all'emergenza sanitaria da COVID-19, nonché in relazione all'assolvimento dei compiti istituzionali, entro il 30 Giugno 2021 è autorizzato il richiamo in servizio permanente, nel limite della dotazione organica, in aggiunta alle facoltà assunzionali previste a legislazione vigente, dei vincitori di concorso per servizio di rafferma di cui all'articolo 21 lettere a) e c) del decreto legislativo 8 maggio 2001, n. 215, che non risultano decaduti dal diritto di attivare la tutela giurisdizionale con riferimento alla procedura bandita dal Ministero dei Trasporti in Gazzetta Ufficiale, 4 Serie Speciale, n. 67 del 24 agosto 2007.

        2. Il personale richiamato è inquadrato, col grado di cui all'articolo 628, comma 1, lettera c), decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, e nel molo di cui all'articolo 812, comma 1, lettera n), decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, ove viene iscritto nel termine previsto di venti giorni successivi a quello di pubblicazione della procedura in Gazzetta Ufficiale, 4 Serie Speciale, n. 67 del 24 agosto 2007.

        3. A tale fine è autorizzata la spesa di euro 67.998,76 per l'anno 2021 e di euro 117.263,16 annui a decorrere dall'anno 2022, nonché la spesa per l'onere derivante da ricostruzione di carriera antecedente l'anno in corso, cui si provvede mediante corrispondente riduzione delle proiezioni dello stanziamento del fondo speciale di parte corrente iscritto, ai fini del bilancio triennale 2021-2023, nell'ambito del programma ''Fondi di riserva e speciali'' della missione ''Fondi da ripartire'' dello stato di previsione del Ministero dell'Economia e delle Finanze per l'anno 2021, allo scopo parzialmente utilizzando l'accantonamento relativo al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.».