Articolo aggiuntivo n. 38.0.22 (testo 2) al ddl S.2144
  • status: Ritirato (Ritirato e trasformato nell'odg n. 296)

testo emendamento del 10/05/21

Dopo l'articolo, inserire il seguente:

«Articolo 38-bis

(Misure di sostegno al settore turistico ricettivo)

        1. All'articolo 79 del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104, convertito, con modificazioni, dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126, sono apportate le seguenti modificazioni:

        a) al comma 1, secondo periodo, la parola "esclusivamente" è eliminata, e dopo il secondo periodo è inserito il seguente: "I soggetti beneficiari del credito di imposta possono, in luogo dell'utilizzo diretto, optare per la cessione, anche parziale, degli stessi crediti ad altri soggetti, ivi inclusi i locatori, gli istituti di credito e altri intermediari finanziari";

            b) dopo il comma 1 è inserito il seguente:

        "1-bis. Il credito di imposta è riconosciuto ai sensi della sezione 3.1 della comunicazione della Commissione europea C (2020) 1863 final, del 19 marzo 2020, recante il «Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza del COVID-19», e nei limiti e alle condizioni di cui alla medesima comunicazione. L'efficacia della disposizione è subordinata, ai sensi dell'articolo 108, paragrafo 3, del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea, all'autorizzazione della Commissione europea";

            c) dopo il comma 4, è inserito il seguente:

        "4-bis. In occasione della presentazione delle istanze per gli anni 2020 e 2021, il credito d'imposta è riconosciuto anche per le spese sostenute nell'anno 2019."

            2. All'articolo 1, comma 604, della legge 30 dicembre 2020, le parole "20 milioni di euro" sono sostituite dalle seguenti "80 milioni di euro".

        3. Ai maggiori oneri derivanti dal comma 2 del presente articolo, pari a 60 milioni di euro per l'anno 2021, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo per far fronte ad esigenze indifferibili che si manifestano nel corso della gestione di cui all'articolo 1, comma 200, della legge 23 dicembre 2014, n. 190, come rifinanziato dall'articolo 41 del presente decreto-legge.»