Articolo aggiuntivo n. 17.053 al ddl C.2845 in riferimento all'articolo 17.
  • presentato il 03/02/2021 in I Affari costituzionali della Camera da Gianluca ROSPI (FI) e altri

testo emendamento del 03/02/21

  Dopo l'articolo 17, aggiungere i seguenti:

Art. 17-bis.

  1. I benefici della ripartizione delle risorse finanziarie di cui all'articolo 18-bis del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito con modificazioni dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229, per l'adozione di misure urgenti per lo svolgimento dell'anno scolastico 2020/2021, già decretato dal Ministero dell'Istruzione con decreto R.0000049 in data 30 giugno 2020, sono estesi ai territori che hanno subito danni causati da eventi sismici alla data successiva del 24 agosto 2016.
  2. Al comma 2, dell'articolo 18-bis del decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, convertito con modificazioni dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229, le parole: «euro 4,75 milioni nell'anno 2021 ed euro 2,85 milioni nell'anno 2022», sono sostituite dalle seguenti: «euro 7 milioni nell'anno 2021 ed euro 6,30 milioni nell'anno 2022».
  3. Le ulteriori somme a disposizioni determinate dalla disposizione di cui al comma 2, pari a euro 2,25 milioni nell'anno 2021 ed euro 3,45 milioni nell'anno 2022, sono ripartite tra gli uffici scolastici regionali dei territori che hanno subito danni causati da eventi sismici alla data successiva del 24 agosto 2016, con decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca e ne costituiscono limite di spesa.

Art. 17-ter.

  1. All'articolo 209 della legge 30 dicembre 2020, n. 178, le parole: «800 milioni di euro per l'anno 2021 e di 500 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2022» sono sostituite dalle seguenti: «797,25 milioni di euro per l'anno 2021, di 496,55 milioni di euro per l'anno 2022 e di 500 milioni di euro annui a decorrere dall'anno 2023».