Articolo aggiuntivo n. 33.0.17 (testo 2) al ddl S.1994
  • status: Ritirato

testo emendamento del 04/12/20

Dopo l'articolo, aggiungere il seguente:

«Art. 33-bis.

(Misure urgenti in materia di attuazione dei provvedimenti amministrativi)

            1.         Al fine di salvaguardare i livelli occupazionali e la continuità delle attività di impresa, i termini non ancora scaduti per l'ottemperanza a provvedimenti amministrativi che impongano l'adozione di misure attuative e di adeguamento, ivi compresa la cessione di beni e servizi, possono essere sospesi fino a novanta giorni successivi alla data della dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19. I soggetti obbligati hanno diritto alla sospensione ove dichiarino di volersene avvalere entro il termine di cessazione dello stato di emergenza.

        2.         La sospensione dei termini di cui al comma 1 trova applicazione anche per i provvedimenti amministrativi adottati successivamente all'entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto e decorre fino a novanta giorni successivi alla data della dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19.

        3.         Il diritto alla sospensione dei termini di cui ai precedenti commi può essere richiesta esclusivamente da soggetti aventi domicilio fiscale o sede operativa nelle aree del territorio nazionale che sono state interessate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto, con le ordinanze del Ministro della salute adottate ai sensi dell'articolo 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 3 novembre 2020 e dell'articolo 30 del decreto-legge 9 novembre 2020, n. 149.

        4.         Le disposizioni del presente articolo non trovano applicazione in relazione all'ottemperanza ai provvedimenti sanzionatori, a quelli finalizzati al contrasto dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 e all'incolumità pubblica, nonché a quelli adottati per la tutela della pubblica sicurezza, dell'ordine pubblico, della sanità pubblica e dell'ambiente.».