Articolo aggiuntivo n. 20.0.27 al ddl S.1994 in riferimento all'articolo 20.
  • status: Precluso

testo emendamento del 26/11/20

Dopo l'articolo, aggiungere il seguente:

«Art. 20-bis.

(Modifiche all'articolo 13 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, in materia di riconoscimento delle qualifiche professionali sanitarie e in materia di cittadinanza per l'assunzione alle dipendenze della pubblica amministrazione)

        1. All'articolo 13 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18, convertito, con modificazioni, dalla legge 24 aprile 2020, n. 27, sono apportate le seguenti modificazioni:

            a) al comma 1, primo periodo, le parole: ''Per la durata dell'emergenza epidemiologica da COVID-19'' sono sostituite dalle seguenti: ''Fino al 31 dicembre 2021'';

            b) al comma 1, primo periodo, dopo la parola: ''sanitarie'', ovunque ricorra, sono aggiunte le seguenti: parole: ''e socio-sanitarie'';

            c) al comma 1, primo periodo, dopo le parole: ''esercitare sul territorio nazionale'' sono aggiunte le seguenti: ''anche presso strutture private o accreditate, in via autonoma o dipendente,'';

            d) al comma 1, sono aggiunti, infine, i seguenti periodi: ''Nel caso di assunzioni presso strutture private o accreditate, gli interessati possono iniziare ad esercitare dal momento della presentazione, alle autorità competenti alla tenuta degli albi e dei registri, della domanda di riconoscimento del titolo, contenente autocertificazione attestante il proprio titolo professionale conseguito all'estero. Rimane salva l'eventuale successiva revoca da parte delle autorità competenti all'esito negativo della procedura per il riconoscimento del titolo'';

            e) al comma 1-bis, dopo le parole: ''pubblica amministrazione'' sono aggiunte le seguenti: ''nonché presso strutture private autorizzate o accreditate'';

            f) al comma 1-bis, sono aggiunti, in fine, i seguenti periodi: ''Nel caso di assunzioni presso strutture private o accreditate, gli interessati possono iniziare ad esercitare dal momento della presentazione, alle autorità competenti alla tenuta degli albi e dei registri, della domanda di riconoscimento del titolo, contenente autocertificazione attestante il proprio titolo professionale conseguito all'estero. Rimane salva l'eventuale successiva revoca da parte delle autorità competenti all'esito negativo della procedura per il riconoscimento del titolo''».