Proposta di modifica n. 1.217 al ddl C.2727 in riferimento all'articolo 1.
  • status: Approvato (Id. em. 1.256)

testo emendamento del 12/11/20

  Al comma 1), dopo la lettera i), aggiungere la seguente:

   i-bis) dopo l'articolo 38, è aggiunto il seguente:

«Art. 38-bis.
(Disposizioni in materia di soggiorni di breve durata per gli studenti delle filiazioni straniere in Italia)

   1. Le disposizioni della legge 28 maggio 2007, n. 68, si applicano agli studenti di università e istituti superiori di insegnamento a livello universitario previsti dall'articolo 2, della legge 14 gennaio 1999, n. 4, nel caso in cui il soggiorno in Italia dei predetti studenti non sia superiore a centocinquanta giorni. Si applicano le disposizioni di cui all'articolo 6, comma 8, del presente testo unico.
   2. Nei casi di cui al comma 1, la dichiarazione di presenza è accompagnata da una dichiarazione di garanzia del legale rappresentante della filiazione o suo delegato che si obbliga a comunicare entro quarantotto ore al questore territorialmente competente ogni variazione relativa alla presenza dello studente durante il suo soggiorno per motivi di studio. Le violazioni delle disposizioni di cui al presente comma sono soggette alla sanzione amministrativa di cui all'articolo 7, comma 2-bis del presente testo unico».

  Conseguentemente, all'articolo 5, dopo il comma 1, aggiungere il seguente:

   «1-bis. Nei casi di cui all'articolo 38-bis, possono soggiornare sul territorio dello Stato gli studenti stranieri che sono entrati secondo le modalità e alle condizioni previste dall'articolo 4 e che sono in possesso del visto per studio rilasciato per l'intera durata del corso e della relativa dichiarazione di presenza».