Proposta di modifica n. 95.2 al ddl S.1925 in riferimento all'articolo 95.
  • status: Ritirato

testo emendamento del 24/09/20

Apportare le seguenti modifiche:

            a) sostituire, ovunque ricorrano, le parole: «Autorità per la laguna di Venezia» con le seguenti: «Autorità per la Laguna di Venezia»;

            b) al comma 1, terzo periodo, sostituire le parole: «Ministro delle infrastrutture e dei trasporti» con le seguenti: «Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare»;

            c) al comma 2:

                1) dopo il primo periodo, aggiungere il seguente: «Le funzioni dell'Autorità sono esercitate nel rispetto del principio relativo al buono stato ecologico delle acque marine, cosi come previsto dalla decisione 2010/477/UE, tenendo presente la valutazione e la gestione dei rischi di alluvioni di cui al decreto legislativo 23 febbraio 2010 n. 49, nel rispetto delle specie animali previste dalla Direttiva 30/11/2009, n. 2009/147/CE (direttiva Uccelli) e della conservazione degli habitat naturali di cui alla direttiva 21/05/1992, n. 92/43/CEE (direttiva Habitat)»;

                2) alla lettera a), sostituire le parole: «nel rispetto del piano generale degli interventi di cui all'articolo 4, legge 29 novembre 1984, n. 798» con le seguenti: «, coerentemente con i Programmi triennali di intervento di cui all'articolo 69 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, con il Piano di gestione delle Acque di cui all'articolo 117 del citato decreto legislativo n. 152, con il Piano di gestione dei rischi di alluvioni di cui all'articolo 7 del decreto legislativo 23 febbraio 2010, n. 49, e con il Progetto Generale per il Recupero Morfologico della Laguna, approvato con decreto del Presidente del Magistrato alle Acque del 3o marzo 1993, Divisione 2 n. 1075, tenuto conto di quanto previsto in materia di piani di gestione delle zone speciali di conservazione (ZPS) dalla Direttiva del Consiglio 21 maggio 1992, n. 92/43/CEE, relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche»;

                3) alla lettera a), sopprimere le seguenti parole: «, il programma unico integrato»;

                4) dopo la lettera a), inserire la seguente:

            Â«a-bis) assicura l'attuazione delle misure contenute nei Piani di gestione delle Acque e nei Piani di Gestione del Rischio di Alluvioni - stralci del Piano di Bacino -, redatti dall'Autorità di bacino distrettuale delle Alpi Orientali e relativi all'Unità Idrografica della Laguna di Venezia, bacino scolante e mare antistante;»;

                5) sostituire la lettera b) con la seguente: «b) svolge attività di progettazione e gestione degli interventi di salvaguardia in ambito lagunare esclusivamente mediante affidamenti all'esito di procedure di gara espletate secondo le modalità di cui al decreto legislativo 18 aprite 2016, n. 50;»

                6) sopprimere la lettera c);

                7) sostituire la lettera d) con la seguente: «d) svolge attività di gestione e manutenzione ordinaria e straordinaria del MOSE, nel pieno rispetto delle disposizioni di cui al decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50;».

                8) sopprimere la lettera e);

                9) alla lettera l), dopo la parola: «provvede» inserire le seguenti parole: «, previa concertazione con gli enti competenti, ivi inclusi quelli competenti per il bacino scolante, »;

                10) alla lettera p), aggiungere, in fine, le seguenti parole: «, nonché dei canali interni di Venezia, Murano, Burano, Lido e Chioggia»;

                11) alla lettera q), sopprimere le seguenti parole: «per dissodamenti e piantagioni entro il perimetro lagunare, nonché»;

                12) alla lettera r), aggiungere, in fine, le seguenti parole: «, avvalendosi anche del Sistema nazionale a rete per la protezione dell'ambiente, di cui alla legge 28 giugno 2016, n. 132»;

                13) sopprimere la lettera s);

                14) sopprimere la lettera t);

            d) sostituire il comma 3 con il seguente: «3. L'Autorità realizza un servizio preposto alla gestione dei livelli idraulici della Laguna e del sistema MOSE utilizzando l'esistente sala di controllo del Consorzio Venezia Nuova e avvalendosi dei sistemi nazionali, regionali e locali di previsione meteo-mare-climatica, nonché dell'Agenzia ''ItaliaMeteo'' di cui all'articolo 1, comma 551, della legge 27 dicembre 2017, n. 205. L'Autorità può altresì promuovere studi e ricerche per la salvaguardia di Venezia e della sua laguna anche avvalendosi della collaborazione e del contributo dell'Università ''Ca'Foscari'' Venezia, dell'Università degli studi di Padova, dell'Università ''IUAV'' di Venezia, di VIII - Venice International University, nonché degli istituti ed enti di ricerca pubblici. L'Autorità ha il compito di realizzare, per la previsione delle maree, un servizio specifico meteo-climatico-ambientale avvalendosi dei sistemi nazionali, regionali e locali di previsione.»;

            e) al comma 4, sostituire la parola: «Presidente» con le seguenti: «Segretario Generale»;

            f) al comma 5:

                1) sostituire, ovunque ricorra, la parola: «Presidente» con le seguenti: «Segretario Generale»;

                2) sostituire il secondo periodo con il seguente: «Il Segretario Generale è scelto tra i dirigenti pubblici in servizio, con anzianità di ruolo di almeno 10 anni nella posizione, in possesso di laurea in ingegneria, con comprovata esperienza in ambito lagunare, marittimo e della bonifica dei siti inquinati ed è nominato con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell'Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, sentiti la Regione Veneto e il Comune di Venezia, previo parere delle competenti Commissioni parlamentari.»;

                3) ultimo periodo, sostituire le parole: «Ministro delle infrastrutture e dei trasporti» con le seguenti: «Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare»;

            g) al comma 6, sostituire la parola: «Presidente» con le seguenti: «Segretario Generale»;

            h) al comma 7:

                1) sostituire la parola: «sei» con la seguente: «sette»;

                2) sostituire le parole: «e del Presidente della Giunta Regionale del Veneto» con le seguenti: «, del Presidente della Giunta Regionale del Veneto e del Segretario generale dell'Autorità di Bacino del Distretto delle Alpi Orientali»;

            i) al comma 15, sostituire le parole «Ministro delle infrastrutture e dei trasporti» con le seguenti: «Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare»;

            l) al comma 16, secondo periodo, sostituire le parole: «Ministro delle infrastrutture e dei trasporti» con le seguenti: «Ministro dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare»;

            m) al comma 19, sostituire le parole: «Ministero delle infrastrutture e dei trasporti» con le seguenti: «Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare»;

            n) al comma 20, lettera a), dopo le parole: «attività di competenza relative al MOSE» inserire le seguenti: «, comprensive degli impianti e della strumentazione di previsione meto-marina (control room),»;

            o) al comma 22, capoverso «Art. 4», al comma 3 sopprimere le seguenti parole: «approva il piano degli interventi nell'ambito della Laguna di Venezia e»;

            p) al comma 23, sostituire le parole «Ministero delle infrastrutture e dei trasporti» con le seguenti: «Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare»;

            q) al comma 24, alinea, dopo le parole: «tutela dell'UNESCO» inserire le seguenti: «l'Autorità svolge il ruolo di segreteria tecnica per il coordinamento delle azioni in capo ai diversi enti per la gestione del sito IT 394 Venice and its Lagoon ed»;

            r) al comma 24:

                1) alla lettera a), sostituire le parole «impianti di stoccaggio di GPL» con le seguenti: «impianti costieri di deposito GPL»;

                2) alla lettera b), sostituire le parole «impianti di stoccaggio di GPL» con le seguenti parole: «impianti costieri di deposito GPL»;

                3) aggiungere, in fine, il seguente periodo: «Restano ferme tutte le competenze del Ministero per i beni e le attività culturali di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42».