Proposta di modifica n. 33.8 (testo 3) al ddl S.1925
  • status: Inammissibile (Improponibile limitatamente ai commi 2-bis e 2-ter)

testo emendamento del 24/09/20

Dopo il comma 2 aggiungere i seguenti:

        2 -bis) All'articolo 22-bis, comma 2, del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, il terzo periodo è sostituito dal seguente: "Nell'ambito  dei processi  di  statizzazione  e  razionalizzazione,  con  decreto  del Presidente del Consiglio dei ministri, di concerto  con  il  Ministro dell'università e della ricerca e con  il  Ministro dell'economia  e  delle  finanze,  sono  definiti  criteri   per   la determinazione delle relative dotazioni organiche nei limiti  massimi del personale in servizio presso le predette istituzioni alla data del 24 giugno 2017, ivi compreso il personale con contratti di lavoro flessibile, nonché per il graduale inquadramento nei ruoli dello Stato di tale personale in servizio alla data di conclusione del processo di statizzazione, nei limiti delle predette dotazioni organiche".

 2-ter). Al fine di consentire alle università di adeguarsi alle previsioni di cui all'articolo 11 della legge 20 novembre 2017, n. 167 attraverso la definizione dei contratti integrativi di sede, finalizzati a superare il contenzioso esistente e a prevenire l'insorgere di ulteriore contenzioso, anche in ambito unionale, al comma 2 del medesimo articolo 11 le parole: ''entro il 30 giugno 2020'' sono sostituite dalle seguenti: ''entro il 30 giugno 2021".

        2-quater) Per l'anno 2020, alle somme corrisposte a titolo di sussidio per fini di studio, in favore degli studenti delle università e delle istituzioni dell'Alta formazione artistica, musicale e coreutica, non si applica l'articolo 50 del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n.917, e successive modificazioni.