Articolo aggiuntivo n. 4-bis.0.1 al ddl S.1874 in riferimento all'articolo 4-bis.
  • status: Precluso

testo emendamento del 17/07/20

Dopo l'articolo, inserire il seguente:

«Art. 4-ter.

(Misure per potenziamento del sistema riabilitativo termale)

        1. Al fine di favorire e la ripresa delle attività nel settore termale ed il potenziamento del relativo sistema riabilitativo, si dispone quanto segue:

            a) fermo restando l'ammontare complessivo delle risorse destinate al finanziamento del fondo-sanitario nazionale, per la revisione delle tariffe di cui all'articolo 1, comma 170, della legge 30 dicembre 2004, numero 311, e successive modifiche ed integrazioni, nell'ambito dello stesso fondo è riservata una quota di 7 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020, 2021 e 2022. Le tariffe così definite resteranno in vigore fino a che non saranno sostituite da un nuovo accordo stipulato ai sensi dell'articolo 4, comma 4, della legge 24 ottobre 2000, numero 323;

            b) ai fini dell'abbattimento delle liste d'attesa e del contenimento della spesa sanitaria, nell'ambito degli specifici limiti di spesa annualmente previsti dalle Regioni, agli assistiti dal Servizio sanitario nazionale sono garantiti i cicli di riabilitazione termale motoria e neuromotoria, per la riabilitazione funzionale del motuleso e per la riabilitazione della funzione respiratoria e cardiorespiratoria già riconosciuti agli assicurati dell'istituto nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro (INAIL) per ciascuna delle patologie per gli stessi previste, secondo quanto previsto dall'allegato 9 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 12 gennaio 2017 che individua i Livelli Essenziali di Assistenza. Gli stessi cicli di riabilitazione possono essere erogati altresì agli assistiti che presentano postumi riconducibili all'infezione da COVID -19, anche in assenza degli accordi di cui alla successiva lettera d);

            c) ai fini dell'attuazione di quanto previsto alla precedente lettera c) ed all'articolo 15, comma 13, lettera c-bis), del decreto-legge 6 luglio 2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012 n. 135, le regioni destinano le risorse non utilizzate per il mancato raggiungimento dei limiti di spesa regionali nel triennio 2019-2021 per la stipulazione dei relativi accordi tra strutture sanitarie pubbliche e aziende termali, i cui contenuti minimi sono definiti con l'accordo nazionale di cui all'articolo 4, comma 4, della legge 24 ottobre 2000, numero 323.

        Conseguentemente: per la copertura dei maggiori oneri derivanti dalla presente disposizione, valutati in 7 milioni di euro a decorrere da! 2020, all'art. 176, comma 7, le parole: «in 1.677,2 milioni di euro per l'anno 2020 e in 733,8 milioni di euro per l'anno 2021» sono sostituite dalle seguenti: «in 1.670,2 milioni di euro per l'anno 2020 e in 726,8 milioni di euro per l'anno 2021».