• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/00217 (4-00217)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-00217presentato daZOFFILI Eugeniotesto diVenerdì 11 maggio 2018, seduta n. 10

   ZOFFILI, MOLTENI, LOCATELLI e CLAUDIO BORGHI. — Al Ministro dell'interno, al Ministro della difesa. — Per sapere – premesso che:

   l'emergenza sicurezza non accenna ad attenuarsi nell'Erbese, come dimostra un nuovo, ulteriore, sconcertante fatto di cronaca;

   il 24 aprile 2018, un truffatore presentatosi come dipendente di una società di servizi incaricata di controllare i contatori dell'acqua si è fatto aprire le porte di casa da una coppia di pensionati residenti a Guiano, rione di Villa Romanò, frazione del comune di Inverigo;

   il malvivente, probabilmente uno straniero extracomunitario, una volta nell'abitazione dei due pensionati è riuscito con un raggiro a farsi consegnare un portafogli e una scatola metallica contenente alcuni documenti, effetti personali ed una significativa somma di denaro, prima di allontanarsi e raggiungere un complice, che vestiva l'uniforme della polizia locale;

   pur attirando l'attenzione del circondario con urla, gli anziani truffati venivano soccorsi soltanto da una passante, che però nulla poteva fare per fermare i malviventi, ormai in fuga in auto;

   dalla stazione di Lurago giungevano infine dei carabinieri, che non potevano far altro che raccogliere delle testimonianze;

   non sarà facile individuare i responsabili della truffa, anche perché a Guiano non sono installati dei sistemi di videosorveglianza –:

   quali iniziative il Governo ritenga di dover assumere per arginare la pressione crescente della criminalità e per garantire la sicurezza della proprietà privata ad Inverigo e nei suoi dintorni;

   per quali ragioni il Governo non provveda ad incrementare la presenza delle forze dell'ordine nella provincia comasca, in particolare rendendo ancora più capillare quella dei carabinieri con l'apertura di nuovi presidi o il rafforzamento delle pattuglie mobili.
(4-00217)