• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.3/03069 (3-03069)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in Assemblea 3-03069presentato daDI MAIO Marcotesto diMartedì 5 luglio 2022, seduta n. 719

   MARCO DI MAIO, COLANINNO, FREGOLENT, UNGARO, VITIELLO e OCCHIONERO. — Al Ministro per le pari opportunità e la famiglia . — Per sapere – premesso che:

   l'emergenza sanitaria derivata dalla diffusione epidemica del COVID-19 ha reso necessari provvedimenti di protezione che hanno limitato fortemente la possibilità di svolgere esperienze al di fuori del contesto domestico e familiare;

   dalle limitazioni alla mobilità alla chiusura delle scuole, bambini e adolescenti hanno sofferto particolarmente gli effetti di queste misure: lo stress prolungato, l'incertezza e l'isolamento sociale possono portare ad ansia, aggressività, introversione o persino depressione e autolesionismo. Questi alti livelli di stress hanno spesso influenzato lo sviluppo psicofisico di bambini e adolescenti, soprattutto nelle famiglie a basso reddito e in condizioni di povertà sociale ed educativa;

   per questa ragione, a partire dal maggio 2020 (decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 17 maggio 2020), sono state previste specifiche misure applicative per consentire lo svolgimento, in sicurezza, delle attività ludico-ricreative dei bambini e degli adolescenti, anche non formali, al chiuso o all'aria aperta, con l'ausilio di operatori cui affidarli in custodia e con obbligo di adottare appositi protocolli di sicurezza predisposti in conformità delle linee guida elaborate dal Dipartimento per le politiche della famiglia;

   sono state, altresì, stanziate risorse aggiuntive destinate a finanziare, in collaborazione con enti pubblici e privati, interventi per il potenziamento dei centri estivi diurni, dei servizi socioeducativi territoriali e dei centri con funzione educativa e ricreativa;

   anche nel 2022, con il decreto-legge 21 giugno 2022, n. 73, è stato istituito un fondo al fine di sostenere le famiglie anche mediante l'offerta di opportunità educative rivolte al benessere dei figli, con una dotazione di 58 milioni di euro per l'anno 2022, destinato al finanziamento delle iniziative dei comuni da attuare nel periodo 1° giugno-31 dicembre 2022, anche in collaborazione con enti pubblici e privati, di promozione e di potenziamento di attività, incluse quelle rivolte a contrastare e favorire il recupero rispetto alle criticità emerse per l'impatto dello stress pandemico sul benessere psico-fisico e sui percorsi di sviluppo e crescita dei minori, nonché quelle finalizzate alla promozione, tra i bambini e le bambine, dello studio delle materie Stem, da svolgere presso i centri estivi, i servizi socioeducativi territoriali e i centri con funzione educativa e ricreativa per i minori;

   attualmente i comuni hanno già avviato le attività dei centri estivi, utilizzando risorse proprie –:

   quali siano le modalità e le tempistiche previste per l'assegnazione delle risorse ai comuni e le possibilità per il loro impiego e se sia volontà del Governo arrivare a una stabilizzazione di questi fondi.
(3-03069)