• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/08303 (5-08303)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-08303presentato daPELLICANI Nicolatesto diMartedì 21 giugno 2022, seduta n. 711

   PELLICANI, ROTTA, BRAGA, BURATTI, CIAGÀ, MORASSUT, MORGONI e PEZZOPANE. — Al Ministro della transizione ecologica. — Per sapere – premesso che:

   per scongiurare una catastrofe climatica occorre puntare con determinazione ad accelerare il phase out dalle fonti fossili e la transizione verso un futuro a zero emissioni nette entro il 2050, mantenendo al contempo la sicurezza e l'accessibilità dei sistemi energetici, anche attraverso la rapida espansione delle energie rinnovabili e dell'efficienza energetica;

   si ricorda, infatti, che le fonti rinnovabili consentono la produzione di energia pulita e sostenibile senza, peraltro, problemi legati alla sicurezza e alto smaltimento delle scorie;

   per promuovere l'uso dell'energia da fonti rinnovabili, la direttiva (UE) 2018/2001 cosiddetta Red II ha introdotto nuove disposizioni per la promozione dell'autoconsumo di energia elettrica rinnovabile, recepite in Italia con il decreto legislativo n. 199 del 2021;

   tale decreto disciplina l'autoconsumo e le comunità energetiche rinnovabili nel Titolo IV, Capo I (articoli 30-33), demanda all'Autorità di regolazione per energia reti e ambienti (Arera) il compito di adottare i provvedimenti attuativi necessari al funzionamento di tale disciplina entro il 15 marzo 2022 (novanta giorni dalla data di entrata in vigore del decreto legislativo n. 199 del 2021) e, quanto al sistema incentivante (articolo 8), prevede l'adozione, entro il 13 giugno 2022 (180 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto legislativo) di un decreto del Ministro della transizione energetica per l'aggiornamento dei meccanismi di incentivazione già previsti dal decreto-legge n. 162 del 2019;

   si ricorda infatti che, fino all'adozione di tali provvedimenti, continua ad applicarsi la disciplina sperimentale e transitoria di cui all'articolo 42-bis del decreto-legge n. 162 del 2019 che prevede che i consumatori finali e/o produttori di energia possano associarsi per «condividere» l'energia elettrica localmente prodotta da nuovi impianti alimentati da fonte rinnovabile di piccola taglia con riferimento a nuovi impianti alimentati a Fer con potenza complessiva non superiore ai 200 kW entrati in esercizio a partire dal 1° marzo 2020 è fino al 12 febbraio 2022 (60 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto legislativo di recepimento della direttiva (UE) 2018/2001 RED II, del decreto legislativo n. 199 del 2021) –:

   in considerazione del ruolo strategico svolto dalle energie rinnovabili per il contrasto ai cambiamenti climatici, quali siano i motivi che non hanno consentito la tempestiva adozione dei provvedimenti attuativi del decreto legislativo n. 199 del 2021 riguardanti la disciplina dell'autoconsumo e delle comunità energetiche entro i termini previsti dallo stesso e quale sia il nuovo cronoprogramma relativo alla loro adozione.
(5-08303)