• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/12278 (4-12278)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-12278presentato daTOCCAFONDI Gabrieletesto diLunedì 13 giugno 2022, seduta n. 706

   TOCCAFONDI. — Al Ministro dell'istruzione. — Per sapere – premesso che:

   da notizie di stampa e da una «lettera aperta» del comitato dei genitori, cui ancora non è stata data risposta, si è appreso che l'Ufficio scolastico provinciale di Firenze ha deciso di ridurre da otto a sette il numero della classi prime della Scuola secondaria di primo grado «Cavalcanti» dell'istituto Comprensivo «Gino Strada» di Sesto Fiorentino per il prossimo anno scolastico;

   tenuto conto delle iscrizioni, ciò comporterà inevitabilmente l'aumento del numero degli alunni per classe, che passa da 21 a 27;

   con questa scelta si rischia di creare problemi di sovraffollamento che danneggiano la qualità delle attività didattiche e educative a discapito dei singoli, in particolare dei più fragili, nonché problemi di assembramento, in contrasto con l'ancora attuale esigenza di contrastare la diffusione del virus COVID-19;

   la riforma 1.3 del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) consente di ripensare l'organizzazione del sistema scolastico e far fronte a storiche problematiche che ne ostacolano il corretto funzionamento; in particolare, prevede esplicitamente la riduzione del numero delle studentesse e degli studenti per classe, anche alla luce degli effetti dovuti all'alta denatalità; le linee programmatiche più volte ribadite dal Ministro Bianchi, richiamano l'intera «comunità educante» a supportare gli studenti e a garantire loro il diritto ad uno studio di qualità, tutelando le fragilità, risolvendo le criticità e riducendo la dispersione;

   il Ministro dell'istruzione, intervenuto in audizione il 25 maggio 2022 al Senato della Repubblica, presso le Commissioni 1a (Affari Costituzionali) e 7a (Istruzione pubblica, beni culturali), sul disegno di legge di conversione del decreto-legge recante ulteriori misure urgenti per l'attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) per i profili di sua competenza, ha espresso la volontà di ridurre il numero medio di alunni per classe;

   il decreto-legge 29 aprile 2022, n. 36 prevede un incomprensibile e deprecabile ulteriore taglio degli organici per circa 12.000 cattedre al fine di finanziare le misure ivi previste, in aperto contrasto con l'impegno a non distogliere risorse dal comparto istruzione –:

   se il Ministro interrogato sia a conoscenza della situazione determinatasi a Sesto Fiorentino e se questa rappresenti un caso isolato oppure una tendenza consolidata in tutte le grandi città, in particolare del Centro-nord, se non reputi necessario evitare l'ulteriore taglio di organico richiamato in premessa, visto che la spesa per l'istruzione non rappresenta un costo, ma un investimento per l'intera comunità e, in particolare, quali iniziative di competenza intenda adottare al fine di confermare le otto prime classi della suddetta scuola.
(4-12278)