• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/08168 (5-08168)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-08168presentato daOLGIATI Riccardotesto diMercoledì 25 maggio 2022, seduta n. 701

   OLGIATI, DI STASIO, BERTI, BUFFAGNI, DEL GROSSO, EMILIOZZI, FANTINATI, GRANDE, SPADONI e VACCA. — Al Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale. — Per sapere – premesso che:

   la crisi alimentare internazionale causata dalla guerra in Ucraina si inserisce in un contesto internazionale già fortemente colpito dalla pandemia. Ucraina e Russia contribuiscono, insieme, al 30 per cento del mercato mondiale del grano e al 55 per cento di quello dell'olio di semi di girasole e sono importanti produttori di altri beni chiave per l'alimentazione mondiale. La Russia è inoltre uno dei principali esportatori mondiali di fertilizzanti;

   in conseguenza di ciò, i prezzi dei grano e di altri prodotti alimentari di base, già elevati a causa della pandemia, sono ai massimi storici. Il grano è l'alimento chiave per il 35 per cento della popolazione mondiale; 50 Paesi nel mondo dipendono per almeno il 30 per cento del loro fabbisogno dal grano ucraino e russo e ben 26 Paesi per più del 50 per cento;

   il tema della sicurezza alimentare ha assunto pertanto un ruolo di assoluta priorità nell'agenda politica internazionale e necessita di una risposta da parte di tutta la comunità internazionale. La regione del Mediterraneo è inoltre particolarmente esposta alla crisi, e l'insicurezza alimentare in tale ambito comporta grave instabilità e conseguenti rischi alla sicurezza dell'Italia –:

   quali iniziative siano state programmate o poste in essere dall'Italia per affrontare il problema della sicurezza alimentare, in riferimento alla partecipazione e al ruolo dell'Italia alle iniziative avviate in campo internazionale e, in particolare, se stia sviluppando iniziative proprie che coinvolgano i Paesi del suo vicinato, con i quali collaborare per fare fronte a questa emergenza.
(5-08168)