• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/03514-A/012 9/3514-A/12. Galantino, Foti.



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/03514-A/012presentato daGALANTINO Davidetesto diMartedì 24 maggio 2022, seduta n. 700

   La Camera,

   premesso che:

    il sinallagma contrattuale, come quello sinora configurato dalla disciplina vigente – si veda al riguardo la disciplina in tema di consegna e ripresa dei lavori, varianti, sospensioni e atto di sottomissione – del tutto sbilanciato a favore della stazione appaltante, non consente in alcun modo all'impresa esecutrice di ultimare i lavori nei tempi e costi previsti, creando al contempo le premesse per la proliferazione di opere incompiute, con costi indiretti abnormi per la collettività;

    l'impostazione per «fasi» dell'esecuzione del contratto, cui si è sempre ispirata la previgente normativa, garantisce un quadro più coordinato della disciplina da applicare ai diversi momenti della commessa,

impegna il Governo:

   a valutare l'opportunità di:

    riconoscere, nell'ambito del rapporto contrattuale, una posizione di effettiva par condicio fra amministrazione e privati, con sostanziale avvicinamento alla disciplina contenuta nel codice civile, e conseguente abbandono della posizione di supremazia sino ad ora riconosciuta alla stazione appaltante;

    prevedere l'obbligo di riconoscere all'appaltatore un premio di accelerazione in caso di ultimazione anticipata dei lavori, nonché un adeguato regime di ristoro dei costi generali sostenuti dalle imprese in regime di sospensione;

    recuperare una disciplina dell'esecuzione del contratto suddivisa, tendenzialmente, per le singole «fasi» di realizzazione dei lavori, e non per le figure soggettive che nella stessa intervengono (Direttore dei lavori, RUF, coordinatore della sicurezza...etc.), con ciò superando l'impostazione del DM 49/2018 e della linea guida n. 3 dell'ANAC.
9/3514-A/12. Galantino, Foti.