• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/03609/073 9/3609/73. (Testo modificato nel corso della seduta) Liuzzi, Zanichelli.



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/03609/073presentato daLIUZZI Mirellatesto diMercoledì 18 maggio 2022, seduta n. 696

   La Camera,

   premesso che:

    il Capo II introduce importanti misure in materia di cybersicurezza delle reti, dei sistemi informativi e dei servizi informatici e approvvigionamento di materie prime critiche;

    nello specifico, l'articolo 29 reca disposizioni concernenti la diversificazione delle dotazioni informatiche delle pubbliche amministrazioni, al fine di prevenire i rischi alla sicurezza delle reti, dei sistemi informativi e dei servizi informatici, con particolare riferimento ai rischi derivanti dalla possibilità della mancata fornitura dei necessari strumenti ed aggiornamenti da parte di aziende produttrici legate alla Federazione Russa, nonché al fine di prevenire possibili pregiudizi per la sicurezza nazionale nello spazio cibernetico;

    il rapido evolversi dello scenario di minaccia agli interessi nazionali nello spazio cibernetico, anche conseguente il conflitto ucraino, pone infatti la necessità di migliorare il livello di protezione delle nostre realtà strategiche, nonché di rafforzare la resilienza cibernetica del Paese; in questo contesto, il progetto di Polo Strategico Nazionale (PSN) di cui all'articolo 35 del decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 settembre 2020, n. 120, persegue l'obiettivo fondamentale di dotare la Pubblica Amministrazione di tecnologie e infrastrutture cloud che possano beneficiare delle più alte garanzie di affidabilità, resilienza e indipendenza;

    l'obiettivo del Polo è di ospitare i dati ed i servizi critici e strategici di tutte le amministrazioni centrali (circa 200), delle Aziende Sanitarie Locali (ASL) e delle principali amministrazioni locali (Regioni, città metropolitane, comuni con più di 250 mila abitanti);

    a tal fine, il 28 gennaio di quest'anno è stata indetta la procedura aperta per l'affidamento, mediante un contratto di partenariato pubblico-privato, della realizzazione e gestione del Polo Strategico Nazionale, all'interno della quale l'ATI costituita da TIM, CDP Equity, Leonardo e Sogei, risulta quale soggetto «promotore» ai sensi dell'articolo 183, comma 15, del decreto legislativo n. 50 del 2016, con conseguente diritto di prelazione;

    la genesi dell'iter di gara è stato caratterizzato da un percorso travagliato, con ritardi rispetto agli annunci di avvio del bando, il ritiro in corsa dell'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato e soprattutto le anomalie legate alla presenza di SOGEI all'interno della cordata selezionata quale soggetto promotore;

    si tratta dell'infrastruttura strategicità, in coerenza con quanto previsto dalla mozione n. 1-00424 approvata dalla Camera dei deputati l'11 gennaio 2022 con la quale si chiede al Governo di informare le competenti Commissioni parlamentari sull'espletamento delle procedure relative al Polo strategico nazionale, si rende necessario rafforzare il coinvolgimento del Parlamento per assicurare piena trasparenza e una costante informazione sulla procedura di gara nonché vigilanza continuativa sulla realizzazione del Polo,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di presentare alle competenti Commissioni parlamentari, entro 30 giorni dall'aggiudicazione della gara per la realizzazione del Polo Strategico Nazionale, una relazione sull'espletamento delle procedure di gara stessa, nonché a garantire che il Ministro per l'innovazione tecnologica e la transizione digitale riferisca alle Camere ogni sei mesi sullo stato di avanzamento dei lavori relativi alla realizzazione del PSN e sul livello di adesione della Pubblica amministrazione all'infrastruttura.
9/3609/73. (Testo modificato nel corso della seduta) Liuzzi, Zanichelli.