• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/08143 (5-08143)



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-08143presentato daBUTTI Alessiotesto diVenerdì 20 maggio 2022, seduta n. 698

   BUTTI. — Al Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili. — Per sapere – premesso che:

   l'idroscalo internazionale di Como è sede di attività aerea a bordo di idrovolanti dal 1913 ed è l'unico idroscalo civile in Italia aperto al traffico nazionale ed internazionale;

   l'idroscalo è gestito dall'Aero Club di Como sin dal 1930 e risultava già nell'elenco degli aeroporti per l'ammaraggio degli idrovolanti (idroscali) nella pubblicazione aeronautica del 1933;

   il decreto del Presidente della Repubblica n. 226 del 1978 riconosceva personalità giuridica all'Aero Club di Como approvandone il relativo statuto;

   il Ministero dei trasporti con decreto del 30 marzo 1986, nel designare gli aeroporti doganali, dimenticava clamorosamente di inserirvi anche l'aeroporto di Como;

   il Ministero dei trasporti con decreto del 7 aprile 1986 stabiliva le caratteristiche di ammaraggio, quota e dimensioni della superficie acquea destinata ai voli e ammaraggi sull'idroscalo di Como;

   il Ministero dei trasporti – circoscrizione aeroportuale Malpensa – con ordinanza n. 10 del 4 luglio 1989 disciplinava l'attività riguardante la pista di volo dell'idroscalo e le aree di sicurezza ad esso pertinenti;

   il Ministero dei trasporti – circoscrizione aeroportuale Malpensa – il 2 maggio 1994 dichiarava che l'Aero Club di Como: «è l'ente gestore, in rappresentanza della scrivente amministrazione, dell'idroscalo di Como, aperto all'attività didattico-sportiva nazionale, all'attività turistica nazionale e internazionale, ed è esattore dei diritti aeroportuali per conto del Ministero dei trasporti»;

   l'E.n.a.c. con comunicazione del 12 giugno 2000 faceva una ricognizione dei beni di pertinenza dell'idroscalo di Como, in collaborazione con l'Aeroclub di Como, attestando che dal catasto le aree e i manufatti risultavano intestati al comune di Como ed in concessione all'Aero Club che si occupava delle attività manutentive;

   l'E.n.a.c. con successiva comunicazione del 4 aprile 2006 riconfermava le aree di pertinenza dell'idroscalo di Como, attestando ancora una volta la qualità di aeroporto doganale dello stesso ed affermando che esso era l'unico in Italia ad essere aperto al traffico pubblico svolgendo, pertanto, una funzione di pubblica utilità, ricoprendo, di conseguenza, essenziale importanza nel sistema nazionale degli aeroporti;

   l'E.n.a.c. con ulteriore comunicazione del 25 giugno 2008 confermava che l'idroscalo internazionale di Como appartiene al demanio aeronautico;

   infine, la regione Lombardia – giunta regionale direzione generale infrastrutture e mobilità con comunicazione del 9 luglio 2008 ribadisce ancora una volta lo status di idroscalo internazionale di Como, appartenente al demanio aeronautico, con la conseguente esclusione dall'esazione dei contributi concessori dovuti alla regione e agli altri enti locali delegati per l'utilizzo del demanio lacuale da parte dell'Aero Club Como (gestore dell'idroscalo);

   l'Aero Club è l'unica scuola di volo certificata in Europa abilitata a svolgere lezioni a bordo di idrovolanti ed aerei anfibi e ha gestito nel tempo una intensa attività di addestramento sia civile sia militare;

   l'Aeroclub ancora oggi rappresenta il centro di coordinamento e controllo di tutta l'attività aeronautica provinciale espletata nell'idroscalo di Como;

   gli oneri economici sono a totale carico dell'Aero Club di Como che, come enucleato, svolge la funzione di «esattore» per conto del Ministero delle infrastrutture e delle mobilità sostenibili, occupandosi direttamente della riscossione delle tasse di atterraggio;

   a parere dell'interrogante è incontrovertibile l'enorme importanza a livello internazionale dell'Idroscalo di Como e, nonostante ciò, esso non ha ancora trovato il giusto riconoscimento quale aeroporto di interesse nazionale –:

   quali concrete iniziative di competenza il Ministro interrogato intenda porre in essere per risolvere definitamente la problematica riguardante la mancata definizione dell'idroscalo di Como quale aeroporto di interesse nazionale nonché l'inserimento dello stesso nell'elenco degli aeroporti doganali.
(5-08143)