• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/08107 (5-08107)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-08107presentato daMAZZETTI Ericatesto diMartedì 17 maggio 2022, seduta n. 695

   MAZZETTI, CORTELAZZO, LABRIOLA, CASINO, FERRAIOLI e VALENTINI. — Al Ministro della transizione ecologica. — Per sapere – premesso che:

   il decreto-legge 31 maggio 2021, n. 77, ha novellato l'articolo 219-bis del decreto legislativo n. 152 del 2006, introducendo i sistemi di deposito cauzionale;

   in particolare, l'articolo 219-bis, comma 1, prevede che: «Al fine di aumentare la percentuale degli imballaggi riutilizzabili immessi sul mercato per contribuire alla transizione verso un'economia circolare, gli operatori economici, in forma individuale o in forma collettiva, adottano sistemi di restituzione con cauzione, nonché sistemi per il riutilizzo degli imballaggi». Tali sistemi si applicano agli imballaggi in plastica, in vetro e in metallo utilizzati per acqua e per altre bevande;

   l'Italia si è posta ambiziosi obiettivi per ridurre la dispersione delle plastiche nell'ambiente in base al pacchetto «economia circolare» e alla direttiva sulla plastica monouso (recepita con decreto legislativo n. 196 del 2021). Quest'ultima, infatti, impone un tasso di raccolta del 90 per cento per le bottiglie in plastica per bevande entro il 2029, con un obiettivo di raccolta intermedio del 77 per cento entro il 2025. Il meccanismo del deposito cauzionale – presente in molti Paesi europei – prevede che l'acquisto di una bevanda in bottiglia o in lattina comporti un piccolo extra che viene restituito una volta riconsegnato il contenitore. Tale sistema, che consente di recuperare i contenitori monouso per bevande garantendo una migliore qualità del riciclo e la riduzione dei rifiuti da imballaggio dispersi nell'ambiente, concorre al raggiungimento degli obiettivi menzionati e all'attuazione di una economia circolare;

   il suddetto articolo 219-bis ha stabilito un termine temporale (120 giorni dall'entrata in vigore della legge di conversione del decreto-legge n. 77 del 2021) per adozione del decreto del Ministro della transizione ecologica, previa consultazione delle associazioni delle imprese maggiormente rappresentative sul piano nazionale;

   tale decreto risulta fondamentale per l'applicazione della misura in quanto deve stabilire: gli obiettivi annuali qualitativi e quantitativi, i valori cauzionali per ogni singola tipologia di imballaggio, i termini di pagamento e le modalità di restituzione della cauzione, le premialità e gli incentivi economici da riconoscere agli esercenti che adottano i sistemi di restituzione con cauzione;

   considerando che l'entrata in vigore della legge di conversione del decreto-legge n. 77 del 2021 risale al 29 luglio 2021, il termine dei centoventi giorni per l'emanazione del decreto risulta, ad oggi, abbondantemente scaduto –:

   quali siano i tempi per l'adozione del decreto, che rappresenterebbe un ulteriore contributo al raggiungimento degli obiettivi di economia circolare.
(5-08107)