• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/12000 (4-12000)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-12000presentato daBIGNAMI Galeazzotesto diGiovedì 5 maggio 2022, seduta n. 688

   BIGNAMI. — Al Ministro dell'interno. — Per sapere – premesso che:

   dal primo momento dell'emergenza ucraina, l'Italia ha dimostrato, ancora una volta, di essere un popolo accogliente. In particolare, la regione Emilia-Romagna risulta essere la prima in Italia per numero di profughi ucraini accolti;

   l'arrivo in massa di profughi ucraini comporta un notevole carico di lavoro per gli Uffici Immigrazione delle Questure. L'emergenza si somma alle altre, già note, legate all'immigrazione. Sono migliaia le pratiche di rifugiati ucraini già attivate dagli Uffici della Questura di Bologna;

   i sindacati di Polizia hanno a più riprese denunciato lo stato in cui sono costretti a lavorare gli operatori, nello specifico lamentano il sovraccarico di lavoro dell'Ufficio immigrazione e la carenza di personale. I rappresentanti del comparto di pubblica sicurezza esprimono preoccupazioni circa la possibilità di accettare, in tempi celeri, domande di rilascio dei permessi di soggiorno per protezione temporanea, previsti dal decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 28 marzo 2022, la cui ricevuta risulta indispensabile per ottenere il contributo economico di sostentamento destinato ai profughi che hanno trovato sistemazione;

   inoltre, le associazioni sindacali sono preoccupate per l'arrivo di numerosi minori accompagnati da adulti diversi dai genitori naturali, che non sono riconosciuti formalmente come loro tutori secondo la legge italiana, e per i quali si aprirà un tortuoso iter burocratico per l'individuazione della figura giuridica alla quale essere affidati;

   gli uomini e le donne impegnati negli Uffici immigrazione dimostrano quotidianamente impegno e dedizione nella gestione della ricezione delle pratiche previste dalla legge, predisponendo anche, ove ne fosse bisogno, aperture prolungate e straordinarie degli uffici;

   sarebbe necessario una riorganizzazione degli Uffici territoriali, prevedendo un incremento di mezzi e di risorse –:

   se e come intenda farsi carico delle preoccupazioni espresse dai sindacati di polizia;

   se ritenga opportuna un'iniziativa volta alla riorganizzazione degli Uffici immigrazione della Questura di Bologna, che comporti un incremento di personale dato l'elevato numero di pratiche in pendenza.
(4-12000)