• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/03533-A/056 9/3533-A/56. Grillo, Massimo Enrico Baroni, Cabras, Colletti, Corda, Costanzo, Forciniti, Giuliodori, Maniero, Raduzzi, Sapia, Spessotto, Testamento, Trano, Vallascas, Vianello, Leda Volpi, Papiro,...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/03533-A/056presentato daGRILLO Giuliatesto diMercoledì 4 maggio 2022, seduta n. 687

   La Camera,

   premesso che:

    l'articolo 12 del provvedimento in esame reca disposizioni in materia di contratti in favore di medici specializzandi nonché in materia di formazione specifica in medicina generale (rubrica modificata in sede referente). In particolare:

     sopprime la disposizione che circoscrive il riconoscimento del periodo di attività svolto dai medici specializzandi esclusivamente durante stato di emergenza ai fini del ciclo di studi che conduce al conseguimento del diploma di specializzazione. Si supera quindi una incongruenza derivante dal fatto che a fronte della proroga degli istituti previsti che consentono le predette attività, ai fini del ciclo di studi che conduce al conseguimento del diploma di specializzazione, sarà valutata soltanto l'attività svolta durante il periodo emergenziale, che però è in scadenza il 31 marzo 2022;

     con una disposizione introdotta in sede referente, proroga al 31 dicembre 2024 la possibilità per i corsisti in MMG di partecipare all'assegnazione degli incarichi convenzionali, subordinatamente ai medici in possesso del relativo diploma e agli altri medici aventi, a qualsiasi titolo, diritto all'inserimento nella graduatoria regionale. L'emendamento, in relazione alla predetta possibilità, modifica quindi il massimale degli assistiti;

    l'articolo 40 del decreto legislativo 17 agosto 1999 n. 368 prevede che per la durata della formazione a tempo pieno al medico è inibito l'esercizio di attività libero-professionale all'esterno delle strutture assistenziali in cui si effettua la formazione ed ogni rapporto convenzionale o precario con il Servizio sanitario nazionale o enti e istituzioni pubbliche e private;

    il predetto articolo 40 prevede altresì che l'impegno richiesto per la formazione specialistica è pari a quello previsto per il personale medico del Servizio sanitario nazionale a tempo pieno, assicurando la facoltà dell'esercizio della libera professione intramuraria e che il medico in formazione specialistica, ove sussista un rapporto di pubblico impiego, è collocato, compatibilmente con le esigenze di servizio, in posizione di aspettativa senza assegni, secondo le disposizioni legislative contrattuali vigenti;

   considerato che:

    è auspicabile che durante la formazione a tempo pieno, anche al di fuori di qualsiasi emergenza, il medico in formazione specialistica possa esercitare attività professionale, indipendentemente dalla natura giuridica del rapporto di lavoro, purché l'organizzazione della stessa non pregiudichi la corretta e puntuale partecipazione e frequenza delle attività previste dal percorso formativo, fermo restando altresì che nell'ambito delle strutture assistenziali in cui si effettua la formazione al medico in formazione specialistica sia assicurata la facoltà di esercizio della libera professione intramuraria in coerenza con i titoli posseduti;

    al medico in formazione specialistica dovrebbe essere consentito di optare per lo svolgimento della formazione a tempo parziale, demandando al consiglio didattico della scuola di assicurare che la durata complessiva della formazione non sia abbreviata rispetto a quella a tempo pieno,

impegna il Governo

a revisionare, nel primo provvedimento utile, le disposizioni concernenti l'attività del medico in formazione specialistica, al fine di garantire la possibilità di esercitare l'attività professionale, indipendentemente dalla natura giuridica del rapporto di lavoro, purché l'organizzazione della stessa non pregiudichi la corretta e puntuale partecipazione e frequenza delle attività previste dal percorso formativo, e di optare per lo svolgimento della formazione a tempo parziale.
9/3533-A/56. Grillo, Massimo Enrico Baroni, Cabras, Colletti, Corda, Costanzo, Forciniti, Giuliodori, Maniero, Raduzzi, Sapia, Spessotto, Testamento, Trano, Vallascas, Vianello, Leda Volpi, Papiro, Menga, Romaniello, Trizzino, Dall'Osso.