• Testo della risposta

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/07018 (5-07018)



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata Giovedì 21 aprile 2022
nell'allegato al bollettino in Commissione VII (Cultura)
5-07018

  Onorevole De Menech,

   per rispondere all'endemica carenza di direttori dei servizi generali e amministrativi (DSGA), la legge 27 dicembre 2017, n. 205, ha autorizzato un concorso ordinario per questa figura, indetto con decreto direttoriale 20 dicembre 2018, n. 2015.
   La richiamata normativa ha previsto, altresì, che potessero essere ammessi a partecipare al concorso anche gli assistenti amministrativi che avessero svolto almeno tre anni di servizio come facenti funzioni di DSGA negli ultimi otto anni precedenti, anche laddove sprovvisti dell'idoneo titolo di studio.
   All'esito della stessa procedura, che si è conclusa in tutte le Regioni, negli anni scolastici 2020/21 e 2021/22, sono state complessivamente immesse in ruolo ben 2.121 unità di personale. Permangono allo stato ancora 71 aventi titolo alla nomina nella graduatoria della Campania.
   Va poi rammentato che sulla base di un'Intesa sottoscritta con i sindacati in data 1° ottobre 2019, il decreto-legge 29 ottobre 2019, n. 126, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 dicembre 2019, n. 159, ha previsto tramite una norma ad hoc l'estensione, allo specifico settore amministrativo, tecnico e ausiliario (ATA) della scuola, dell'applicazione della previsione di cui all'articolo 22, comma 15, del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75, ovvero, alle procedure selettive per la progressione tra le aree riservate al personale di ruolo, fermo restando il possesso dei titoli di studio richiesti per l'accesso dall'esterno.
   In forza di tale intervento normativo, la previsione sopra richiamata «si applica anche alla progressione all'area dei direttori dei servizi generali e amministrativi del personale assistente amministrativo di ruolo che abbia svolto le funzioni dell'area di destinazione per almeno tre anni scolastici a decorrere dall'anno scolastico 2011/2012».
   Al fine di dare piena attuazione al disposto normativo, nonché all'articolo 32-ter, comma 6, del cosiddetto «decreto agosto», convertito con modificazioni dalla legge 13 ottobre 2020, n. 126, è stata predisposta e presentata dal Ministero alle Organizzazioni sindacali una bozza di decreto ministeriale recante disposizioni riguardanti la procedura selettiva per la progressione all'area D relativa al profilo professionale di Direttore dei servizi generali e amministrativi.
   Il Ministero ha, inoltre, provveduto da tempo ad avviare l'iter di formalizzazione del decreto del Ministro dell'Istruzione, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze e con il Ministro per la pubblica amministrazione, recante regolamento del concorso per titoli ed esami per l'accesso al profilo professionale del Direttore dei servizi generali e amministrativi.
   Tale provvedimento, attualmente sottoposto al MEF per il rilascio del relativo concerto, disciplina, ai sensi del richiamato decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104 e in vista dei concorsi per il reclutamento di DSGA, i criteri di composizione delle commissioni giudicatrici, i programmi, le prove concorsuali, i punteggi ad esse attribuiti, i relativi criteri di valutazione, nonché la tabella dei titoli accademici, scientifici e professionali valutabili.
   Con specifico riferimento alla Sua segnalazione, l'Ufficio scolastico regionale per il Veneto ha richiesto all'Ufficio di ambito territoriale di Belluno i dati che seguono:

    1) I DSGA titolari in provincia di Belluno sono diciassette, di cui sedici attualmente in servizio e uno in aspettativa.

    2) I DSGA incaricati, attualmente in servizio, sono diciassette.

   L'Ufficio di ambito territoriale di Belluno ha, inoltre, pubblicato, nell'anno 2021, quattro diverse tipologie di interpello sia per le scuole normodimensionate sia per quelle sottodimensionate, nonché per gli assistenti amministrativi di ruolo e quelli non di ruolo inseriti nella terza fascia di Istituto.
   L'Ufficio scolastico regionale ha, infine, segnalato che due istituti sottodimensionati – l'Istituto comprensivo «Forno» di Zoldo e l'IPSSAR «Dolomieu» – sono stati abbinati ed è stato autorizzato un posto di DSGA in organico di fatto.
   In ultimo, il medesimo Ufficio scolastico regionale ha evidenziato che, ad oggi, nessuna istituzione scolastica della provincia di Belluno risulta priva di DSGA.