• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/07885 (5-07885)



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-07885presentato daVILLAROSA Alessio Mattiatesto diMercoledì 13 aprile 2022, seduta n. 677

   VILLAROSA. — Al Ministro della transizione ecologica. — Per sapere – premesso che:

   nel mese di dicembre 2019 delle forti mareggiate hanno colpito la costa tirrenica siciliana provocando numerosi danni al territorio e facendo venir fuori una vecchia discarica abusiva creata verosimilmente negli anni ‘80 proprio sulle coste demaniali del comune di Milazzo;

   a seguito del ritrovamento tutta l'area veniva interdetta e sequestrata dalla procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto;

   nel gennaio 2020 il Ministero inviava sul posto per una verifica ispettiva il capo del Reparto ambientale marino, l'ammiraglio Aurelio Caligiore, affiancato dal suo staff per accertamenti sul caso definendo la situazione «delicata dal punto di vista ambientale e sanitario»;

   con delibera del Consiglio di ministri del 22 ottobre 2020 è stato dichiarato lo stato di emergenza in conseguenza degli eventi meteorologici verificatisi nel mese di dicembre 2019 nel territorio della provincia di Messina stanziando circa due milioni di euro, utilizzati solo in parte per la messa in sicurezza della discarica attraverso il posizionamento di reti metalliche di protezione; lo stato d'emergenza è stato poi ulteriormente prorogato, il 29 dicembre 2021, di dodici mesi;

   con decreto del 29 dicembre 2020 (Programma nazionale di finanziamento degli interventi di bonifica e ripristino ambientale dei siti orfani) e con il PNRR (misura M2C4, investimento 3.4) venivano destinate a regioni e province autonome importanti risorse per interventi su siti orfani;

   con decreto del Ministro dell'ambiente del 29 dicembre 2020, in attuazione della legge finanziaria per il 2019, venivano destinati 105.589.294,00 euro per la bonifica dei siti orfani e ciascuna regione e provincia autonoma hanno provveduto all'individuazione di tali siti che risultavano prioritari in riferimento al rischio ambientale e sanitario connesso;

   con decreto n. 222 del 22 novembre 2021 del Ministero della transizione ecologica è stato approvato un ulteriore elenco di siti orfani da riqualificare grazie all'investimento 3.4 del Pnrr che destinava 500 milioni di euro alla bonifica di tali specifici siti;

   in tali elenchi però non risulta esserci alcun richiamo alla discarica sita nel comune di Milazzo;

   la presenza di un lungo tratto di costa interdetto e posto sotto sequestro in quanto interessato da questa discarica reca un grave nocumento ai cittadini del comune di Milazzo che possiede una forte vocazione turistica –:

   se il Ministro interrogato sia a conoscenza dei fatti di cui in premessa e quali iniziative, per quanto di competenza, intenda adottare affinché si possa intervenire rapidamente per la bonifica del sito in questione.
(5-07885)