• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/03495-AR/0 ... 9/3495-AR/6. (Testo modificato nel corso della seduta) Morassut, Fiano, D'Elia, Orfini, Madia, Mancini, Melilli, Piccoli Nardelli, Sensi, Prestipino, Verini, De Luca, Berlinghieri.



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/03495-AR/006presentato daMORASSUT Robertotesto presentato Martedì 12 aprile 2022 modificato Mercoledì 13 aprile 2022, seduta n. 677

   La Camera,

   premesso che:

    l'articolo 27, modificato nel corso dell'esame in sede referente, autorizza alcuni contributi finanziari in favore degli enti locali destinati a diverse finalità;

    in particolare, il comma 2 istituisce un fondo per garantire la continuità dei servizi erogati dagli enti locali, da ripartire in relazione alla spesa per utenze di energia elettrica e gas, con una dotazione di 250 milioni di euro per l'anno 2022, da destinare, per 200 milioni di euro in favore dei comuni e per 50 milioni di euro in favore delle città metropolitane e delle province;

    in aggiunta all'emergenza, nell'ultimo decennio, l'autonomia tributaria delle città metropolitane ha subìto una forte contrazione quale conseguenza della riduzione di gettito proveniente dalle imposte legate al mercato dell'auto (IPT ed RCauto);

    è stata, inoltre, riscontrata un'ulteriore contrazione della capacità delle città metropolitane di erogare i servizi essenziali connessi alle funzioni fondamentali, in conseguenza del notevole incremento del contributo alla manovra di finanza pubblica posto a loro carico dal 2010 in poi ed in particolare dall'anno 2015 con l'entrata in vigore della legge n. 190 del 2014;

    la situazione sopra descritta non ha causato effetti omogenei a livello nazionale tra le città metropolitane, ma ha colpito prevalentemente quelle con maggiore dimensione demografica;

    le basi imponibili connesse all'imposta RCauto hanno subito dal 2011 al 2021 una contrazione di oltre il 31 per cento (dati IVAS 2021). Tale effetto ha determinato, quindi, una maggiore incidenza sulle città metropolitane più popolose dove sono presenti un numero superiore di veicoli assicurati;

    va altresì tenuto conto che i calcoli per il riparto delle manovre di finanza pubblica, ed in particolare quelli relativi alla legge n. 190 del 2014, hanno preso in considerazione valori di gettito dei tributi metropolitani afferenti alle annualità 2009-2011, periodo nel quale non si erano ancora manifestati gli effetti negativi relativi alla contrazione dei gettiti tributari. Per tale motivo, gli enti di maggiore dimensione demografica, che avevano un più elevato livello di gettito, hanno subito manovre di maggiore portata non riassorbite nei successivi esercizi;

    occorre pertanto adottare iniziative urgenti finalizzate a ridurre l'impatto negativo sull'erogazione dei servizi di competenza delle città metropolitane generato sia dalla contrazione delle entrate proprie, sia dall'eccessiva entità del contributo alle manovre di finanza pubblica,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di adottare iniziative finalizzate a riconoscere in favore delle città metropolitane, ricadenti nelle regioni a statuto ordinario, con popolazione superiore a 3.000.000 di abitanti, per le quali il totale del concorso netto alla finanza pubblica per l'anno 2021, definito in sede di Commissione tecnica per i fabbisogni standard, ridotto dalla voce «Recuperi per somme a debito» di cui all'allegato A al decreto del Ministero dell'interno, di concerto con il Ministero dell'economia e delle finanze, 8 marzo 2021, recante «Ripartizione del fondo sperimentale di riequilibrio per le città metropolitane e le province ricomprese nelle regioni a statuto ordinario, per l'anno 2021», sia superiore a 28 euro per abitante, un contributo annuale di 67 milioni a decorrere dal 2022 e, se compreso tra 15 euro e 28 euro per abitante, un contributo annuale di 35 milioni di euro a decorrere dal 2022.
9/3495-AR/6. (Testo modificato nel corso della seduta) Morassut, Fiano, D'Elia, Orfini, Madia, Mancini, Melilli, Piccoli Nardelli, Sensi, Prestipino, Verini, De Luca, Berlinghieri.