• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/07873 (5-07873)



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-07873presentato daGARIGLIO Davidetesto diMartedì 12 aprile 2022, seduta n. 676

   GARIGLIO. — Al Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, al Ministro per le disabilità. — Per sapere – premesso che:

   la stazione ferroviaria di Torino Porta Susa è una struttura moderna e funzionale inaugurata nel 2012: è stata realizzata con le moderne tecnologie di sostenibilità e comfort ambientale ricevendo per questo il premio europeo Solare 2012;

   la stazione, che rappresenta lo snodo principale del servizio pubblico del capoluogo piemontese insieme allo scalo di Porta Nuova, ha un'utenza annua superiore ai 5,4 milioni di unità;

   nonostante queste caratteristiche e volumi di passeggeri, si apprende dalla stampa che sussistono da tempo nella stazione gravissime criticità relative all'accessibilità dei passeggeri disabili, in particolare alcuni ascensori sarebbe guasto da mesi, sarebbero inoltre «undici – sempre secondo i media – le scale mobili fuori uso, bloccate da nastri bianchi e rossi oppure da transenne. Undici delle ventiquattro presenti lungo i quattro corridoi di ingresso, dunque il 45 per cento»;

   queste problematiche, nonostante fossero state segnalate, si sarebbero addirittura aggravate: «il numero delle scale mobili fuori servizio è cresciuto rispetto a sei mesi fa. Lo scorso settembre quelle ferme erano dieci, una in meno di oggi»;

   a nulla sono valse, fino ad oggi, le numerose proteste degli utenti, alle quali Rfi, sempre secondo la stampa, avrebbe risposto in maniera vaga e senza prendere impegni sui tempi di effettiva risoluzione delle problematiche presenti;

   la città di Torino, dopo anni di crisi aggravate dalla pandemia, sta cercando di risollevarsi anche attraverso la promozione del turismo, ma le condizioni della stazione di Porta Susa potrebbero disincentivare alcuni flussi di viaggiatori oltre ad incidere negativamente sull'immagine della città in Italia e all'estero –:

   se il Governo sia a conoscenza dei fatti esposti in premessa e quali iniziative urgenti intenda assumere, per quanto di competenza, per risolvere le gravissime criticità presenti da tempo nella stazione ferroviaria di Torino Porta Susa che impediscono alle persone con handicap di esercitare il loro diritto alla mobilità.
(5-07873)