• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/07845 (5-07845)



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-07845presentato daVARCHI Maria Carolinatesto diMartedì 5 aprile 2022, seduta n. 672

   VARCHI. — Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, al Ministro dello sviluppo economico. — Per sapere – premesso che:

   forte preoccupazione sta destando la vertenza sui 210 lavoratori della sede Pfizer di Catania, sbrigativamente indicati come esuberi, che mette a rischio tutti i 670 dipendenti, per una incomprensibile strategia aziendale di progressivo smantellamento del sito etneo, come da tempo denunciato dai sindacati di categoria;

   secondo quanto si apprende da fonti di stampa, la multinazionale farmaceutica produttrice di vaccini anti-Covid, avrebbe certificato centinaia di esuberi per il sito produttivo etneo e, mentre i sindacati chiedono l'intervento del Mise, il Ministro Giorgetti si è, al momento, smarcato dal coinvolgimento nella vertenza, definendo la questione «di competenza regionale»;

   di posizione diametralmente opposta, invece, il Ministro Orlando che, in occasione dello svolgimento di un question time presso la Camera dei deputati, aveva ribadito la massima disponibilità, insieme al Ministero dello sviluppo economico e ad altri Ministeri che potrebbero aggiungersi, per la soluzione della crisi, la salvaguardia dei lavoratori e del tessuto economico e produttivo di Catania aggiungendo, come «la legge di bilancio ci offre strumenti finalizzati alla riqualificazione e alla gestione di crisi transitorie, che consentirebbero di evitare la riduzione strutturale dei rapporti di lavoro»;

   come denunciato dai sindacati dei lavoratori, «siamo di fronte a una vertenza-simbolo che investe la civiltà del diritto e del lavoro nel nostro Paese, poiché è decisamente sconcertante che venga comunicata la volontà di licenziare da una multinazionale capace di macinare giornalmente profitti miliardari. Riteniamo, quindi, che l'intervento del Governo nazionale sia necessario ed irrinviabile»;

   è difficile, infatti, accettare che la multinazionale americana Pfizer, nonostante abbia registrato un utile di circa 8 miliardi di dollari, grazie alla vendita dei vaccini e del farmaco anti Sars-Cov, abbia deciso per un depauperamento dello stabilimento di Catania, invece di puntare a investimenti per esaltare la valenza economica e sociale dello stabilimento siciliano;

   tutte le istituzioni politiche, regionali e nazionali, devono affrontare la vertenza Pfizer puntando alla salvaguardia occupazionale e al rilancio produttivo di uno stabilimento di valore strategico per il territorio –:

   considerata la gravità dei fatti esposti in premessa, di quali informazioni disponga il Governo in merito alla vertenza Pfizer di Catania, con particolare riguardo alle politiche industriali della multinazionale farmaceutica;

   se e quali iniziative di competenza il Governo intenda assumere in merito, con particolare riguardo alla salvaguardia del futuro occupazionale di centinaia di lavoratori, anche al fine di evitare un impoverimento del tessuto imprenditoriale della città.
(5-07845)