• Testo RISOLUZIONE IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.6/00213 (6-00213) (Testo modificato nel corso della seduta) «Romaniello, Dori, Paolo Nicolò Romano, Siragusa».



Atto Camera

Risoluzione in Assemblea 6-00213presentato daROMANIELLO Cristiantesto diMercoledì 23 marzo 2022, seduta n. 663

   La Camera,

impegna il Governo:

   1) a porre in sede di Consiglio europeo la necessità di aumentare, a tutti i livelli, il sostegno umanitario e di protezione internazionale alla popolazione Ucraina in fuga dalla guerra e ai paesi di prima accoglienza e ad attuare un piano di redistribuzione dei cittadini ucraini nei diversi Stati membri chiamati a fornire sostegno umanitario, medico e finanziario a tutti i rifugiati;

   2) a confermare la condivisione degli obiettivi fissati dall'Unione europea per la neutralità climatica entro il 2050, riducendo la dipendenza complessiva dai combustibili fossili in particolare le importazioni di gas e prodotti petroliferi dalla Russia, accelerando lo sviluppo delle energie rinnovabili e la produzione delle loro componenti chiave, anche snellendo i procedimenti autorizzativi e migliorando l'efficienza energetica e la gestione del consumo di energia, promuovendo un approccio più circolare ai modelli di produzione e consumo;

   3) ad assumere iniziative per adottare meccanismi di acquisto e stoccaggio comuni dei prodotti energetici e introdurre un prezzo regolato dell'energia in favore dei consumatori più vulnerabili, delle famiglie e delle PMI, per far fronte all'aumento dei pezzi dell'energia e al contempo definire un sistema di ridistribuire ai consumatori delle entrate derivanti dagli extra-profitti accumulati dalle società operanti nel settore energetico;

   4) ad assumere iniziative per rivedere l'approccio dell'Unione europea alla sicurezza alimentare, riducendo la dipendenza complessiva del sistema alimentare dell'Unione europea e rafforzando la resilienza nella catena di approvvigionamento alimentare, in particolare a livello di accesso ai fattori di produzione, affrontando le debolezze determinate dall'eccessiva dipendenza dalle importazioni di energia, mangimi e fertilizzanti da singoli fornitori o da un numero troppo esiguo di fornitori e la mancanza di diversificazione delle catene di approvvigionamento.
(6-00213) (Testo modificato nel corso della seduta) «Romaniello, Dori, Paolo Nicolò Romano, Siragusa».