• Testo della risposta

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/06920 (5-06920)



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata Mercoledì 16 marzo 2022
nell'allegato al bollettino in Commissione VIII (Ambiente)
5-06920

  L'opera denominata Collegamento Vigevano accesso a Malpensa rientra nel complesso di interventi di adeguamento e potenziamento della viabilità di connessione all'Aeroporto di Malpensa.
  La delibera CIPE n. 7 del 2018 ha approvato il 1° stralcio da Magenta a Vigevano - Lavori di collegamento tra la S.S. 11 a Magenta e la Tangenziale Ovest di Milano, il cui progetto definitivo è articolato in due tratte: la tratta A «Magenta-Albairate», lunga circa 9,7 km e la tratta C «Albairate-Ozzero» di circa 6,9 km. L'intervento prevede l'adeguamento della sede stradale nel tratto da Vigevano ad Abbiategrasso, nonché la realizzazione di una variante a quest'ultimo centro abitato.
  Con sentenze n. 228 e n. 229 del 31 gennaio 2020, il TAR Lombardia ha disposto l'annullamento della suddetta delibera per difetto di acquisizione del parere della Commissione tecnica di verifica dell'impatto ambientale VIA e VAS, parere successivamente acquisito in data 14 ottobre 2021.
  Con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri del 5 agosto 2021, l'ingegnere Eutimio Mucilli è stato nominato commissario straordinario, ai sensi dell'articolo 4 del cosiddetto decreto-legge «sblocca cantieri», con il compito di procedere all'espletamento delle attività di programmazione, progettazione, approvazione dei progetti, nonché di affidamento ed esecuzione dell'opera.
  Con specifico riferimento al cronoprogramma delle attività, si rappresenta che, anche alla luce delle proposte di modifica tecnico-progettuali formulate nell'ambito di uno specifico studio di project review elaborato dalla Struttura tecnica di missione per l'indirizzo strategico, lo sviluppo delle infrastrutture e l'alta sorveglianza del MIMS, si è reso necessario effettuare specifiche interlocuzioni con i soggetti a vario titolo chiamati ad esprimersi sul progetto definitivo.
  In particolare, lo scorso 11 marzo si è svolto un incontro tra il Commissario straordinario ingegner Eutimio Mucilli, la Città Metropolitana di Milano e la Regione Lombardia per l'esame dei vari aspetti progettuali e la definizione, sulla base di una soluzione condivisa, di tutte le iniziative occorrenti per pervenire ad una rapida approvazione del progetto.
  Il cronoprogramma prevede la chiusura dell'iter approvativo sul progetto esecutivo mediante verifica di attuazione presso il MiTE nei primi mesi del 2023.
  Quanto ai finanziamenti, ricordo che il costo aggiornato per la realizzazione complessiva dell'intervento (tratta A + tratta C) ammonta a circa 218,6 milioni di euro, di cui 117 milioni già disponibili, come indicato nel decreto di nomina del Commissario straordinario. Le risorse residue occorrenti verranno previste nel nuovo Contratto di programma MIMS/ANAS in corso di definizione.