• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/11329 (4-11329)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-11329presentato daCUNIAL Saratesto diVenerdì 11 febbraio 2022, seduta n. 636

   CUNIAL. — Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro della salute, al Ministro dell'interno. — Per sapere – premesso che:

   è pervenuta all'attenzione dell'interrogante una segnalazione da parte di una studentessa universitaria di Pisa, allontanata dal tirocinio seppur in possesso di «greenpass» e di tampone negativo ed indagata ai sensi del 340 del codice penale;

   il 1o febbraio 2022, la sua storia è stata pubblicata su «lanuovabq.it»;

   la studentessa tirocinante universitaria del corso di laurea delle professioni sanitarie dell'Università di Pisa si è trovata pubblicata sui giornali ed etichettata come «Tirocinante No Vax o No Green Pass». La studentessa ha svolto regolarmente il tirocinio presso l'azienda ospedaliera universitaria Pisana AOUP Santa Chiara Pisa in quanto in possesso di regolare certificazione verde Covid-19 come previsto per legge per studenti universitari, finché con l'entrata in vigore dal 6 dicembre 2021 della modalità «rafforzata» la stessa è stata oggetto di discriminazione, in violazione del regolamento (UE) 2021/953 e della privacy da parte degli operatori sanitari che hanno preteso di utilizzare la modalità «rafforzata», per farla accedere al tirocinio impedendole lo svolgimento dello stesso con controlli anche alle 3 di notte e/o l'accesso;

   in assenza di obbligo imposto da una legge nazionale l'AOUP il 30 dicembre 2021 ha prodotto un protocollo interno in cui chiedeva il controllo «anche rafforzato» per tirocinanti;

   dal 30 dicembre 2021 la studentessa ha continuato a presentarsi al tirocinio come da turno programmato, ma gli operatori dell'AOUP Santa Chiara hanno applicato il regolamento interno impedendole di svolgerlo redigendo un verbale di accertamento contestazione in cui hanno aggiunto a penna «mancanza di esibizione GP rafforzato» perché non previsto sul modulo di accertamento contestazione;

   il 14 gennaio 2022 è entrata in turno alle 21,00 e il controllo della certificazione verde è avvenuto dopo le 23,30, perché il reparto necessitava della sua prestazione: diversi operatori sanitari erano assenti perché risultati positivi al Covid-19 e anche l'orario dei dipendenti è stato rimodulato in turni di 12h per sopperire alla carenza di personale. Quella sera le hanno fatto il verbale di accertamento contestazione, ma le hanno permesso di rimare in turno fino alle 7.00 perché l'ora era tarda e non se la sono sentita di buttarla fuori;

   il 24 gennaio 2022 la studentessa ha inviato una Pec di diffida indirizzata all'AOUP, al primario ed altri soggetti specificando che la legge allora vigente non prevedeva alcun controllo «rafforzato» in quanto sarebbe entrata in vigore il 15 febbraio 2022;

   nonostante la diffida e il possesso della certificazione verde prevista per legge e anche un tampone negativo, alla sua entrata in turno il 24 gennaio 2022 alle 21,00, l'hanno immediatamente sottoposta alla verifica della certificazione verde «rafforzata», non permettendole di stare nel reparto e mettendola in una stanza sotto la sorveglianza di un vigilante interno;

   la studentessa ha contattato le forze dell'ordine affinché intervenissero per accertare i fatti, ma le stesse non sono intervenute perché secondo l'operatore non sussisteva «emergenza», per poi invece intervenire pochi minuti dopo con la chiamata del primario. I 2 agenti intervenuti le hanno notificato un verbale di identificazione con oggetto indagine per interruzione di Pubblico Servizio;

   il tirocinio costituisce un'attività curriculare prevista dal piano degli studi del corso di laurea delle professioni sanitarie, e permette agli studenti di mettere in pratica le conoscenze acquisite nel percorso teorico formativo e di applicarle a casi concreti con la guida e la supervisione di un tutor che lo affianca. Il tirocinio è una parte viva ed essenziale per la formazione di un professionista sanitario;

   la storia della studentessa è stata ripresa da diverse testate giornalistiche;

   la vicenda della studentessa è stata anche pubblicata sulla pagina Facebook pubblica della questura di Pisa –:

   di quali informazioni disponga il Governo in relazione a quanto esposto in premessa.
(4-11329)