• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.3/02727 (3-02727)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in Assemblea 3-02727presentato daLUPI Mauriziotesto diMartedì 18 gennaio 2022, seduta n. 629

   LUPI, COLUCCI e TONDO. — Al Ministro della transizione ecologica . — Per sapere – premesso che:

   gli ambiziosi progetti dell'Unione europea per uno sviluppo sostenibile e gli impegni di Cop 26 prevedono in tempi brevi un forte abbattimento delle emissioni di anidride carbonica, difficilmente raggiungibile nei tempi previsti con il solo utilizzo di energie da fonti rinnovabili;

   con riferimento all'energia da fissione nucleare, molti Paesi proseguono l'investimento in energia atomica, tra cui Gran Bretagna, Russia, India, Cina e Francia, che ha annunciato la costruzione di sei nuovi reattori nucleari epr (ad acqua pressurizzata), oltre all'entrata in servizio del reattore di Flamanville, prevista per il 2024, e all'impegno di un miliardo di euro per la realizzazione di reattori di piccole dimensioni;

   la società Commonwealth fusion systems, nata dal Mit di Boston e che ha come maggiore azionista privato il gruppo italiano Eni, ha condotto con successo il primo test di un supermagnete, fondamentale per la gestione del plasma, composto da isotopi di idrogeno: un passo importante verso la produzione di energia nucleare pulita, con l'impegno a costruire il primo impianto sperimentale entro il 2025;

   la Commissione europea ha avviato all'inizio del 2022 consultazioni con il gruppo di esperti degli Stati membri sulla finanza sostenibile e con la Piattaforma sulla finanza sostenibile su un progetto di testo di atto delegato complementare alla «Tassonomia degli investimenti verdi», che comprende determinate attività del gas e del nucleare, annunciando il termine delle consultazioni degli esperti in data 21 gennaio 2022;

   i Governi di Germania, Austria, Spagna, Portogallo, Lussemburgo e Danimarca hanno espresso posizioni contrarie all'inclusione dell'energia nucleare all'interno della «Tassonomia degli investimenti verdi»;

   il Ministro interrogato ha dichiarato a dicembre 2021: «Sono sicuro che vadano studiati i piccoli reattori modulari, che sono in pratica motori di navi nucleari, sono piccoli e più sicuri. Da lì potrebbero arrivare ottime notizie in termini di costi e benefìci»;

   l'Italia sfrutta solo in parte la propria capacità estrattiva di gas, anche a causa del «Piano per la transizione energetica sostenibile delle aree idonee» che ha rallentato le trivellazioni sul territorio nazionale, mentre i recenti aumenti dei costi dell'energia determinano conseguenze gravi e importanti per aziende e privati del nostro Paese –:

   quale posizione intenda assumere il Governo italiano in merito all'inclusione dell'energia nucleare e del gas all'interno della «Tassonomia degli investimenti verdi».
(3-02727)