• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/03424/173 9/3424/173. Zanichelli, Barzotti, Zolezzi, Spadoni, Ascari, Ferraresi, Sarti.



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/03424/173presentato daZANICHELLI Davidetesto presentato Mercoledì 29 dicembre 2021 modificato Giovedì 30 dicembre 2021, seduta n. 623

   La Camera,

   premesso che:

    l'articolo 1, comma 531, al fine di garantire la continuità degli interventi per la messa in sicurezza dei ponti e viadotti esistenti e la realizzazione di nuovi ponti in sostituzione di quelli esistenti con problemi strutturali di sicurezza, autorizza la spesa di 100 milioni di euro per ciascuno degli anni 2024 e 2025 e di 300 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2026 al 2029;

    l'articolo 1, comma 891 della legge di bilancio 2019, legge 30 dicembre 2018, n. 145, per la messa in sicurezza dei ponti esistenti e la realizzazione di nuovi ponti in sostituzione di quelli esistenti con problemi strutturali di sicurezza nel bacino del Po, ha istituito nello stato di previsione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti un fondo da ripartire, con una dotazione di 50 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2019 al 2023, a favore delle città metropolitane e delle province territorialmente competenti e dell'ANAS Spa;

    un ulteriore intervento di carattere finanziario, è stato operato con l'articolo 49 del decreto-legge n. 104 del 2020 che ha istituito, nello stato di previsione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, un Fondo con una dotazione pari a 200 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2021 al 2023, per la messa in sicurezza dei ponti e viadotti esistenti e la realizzazione di nuovi ponti in sostituzione di quelli esistenti con problemi strutturali di sicurezza;

    per quanto concerne i ponti del bacino del Po, dalla ricognizione riportata nel decreto ministeriale n. 1 del 3 gennaio 2020 risultano essere 183 su 255 i ponti con degrado strutturale alto, 42 i ponti con limitazione di portata, 5 con limitazione del traffico, 4 chiusi totalmente e altri interessati da lavori di manutenzione;

    tra le strutture per cui è rilevata urgenza di intervento si evidenziano tra gli altri i ponti sull'asta del Po come il ponte tra Colorno (PR) e Casalmaggiore (CR) e il ponte della Becca che necessitano di ricostruzione, così come i ponti tra Boretto (RE) e Viadana (MN), tra Castelvetro (PC) e Cremona e quello di Pievetta di Castel San Giovanni (PC) che necessitano di costante e frequente manutenzione così come molti sugli affluenti del Po, tra i quali ad esempio il ponte Veggia, tra Sassuolo (MO) e Casalgrande (RE), il ponte Mezzano Scotti sul Trebbia (PC) che necessitano di manutenzione o il Lenzino che necessita di ricostruzione,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità, nel rispetto dei vincoli di finanza pubblica, di incrementare nel primo provvedimento utile la dotazione finanziaria attualmente prevista al fine di adottare iniziative volte all'estensione del monitoraggio sensoristico, migliorare la sicurezza delle infrastrutture e provvedere celermente alla manutenzione ed eventuale ricostruzione dei ponti nel bacino del Po, prendendo anche in considerazione la nomina di un commissario dedicato alla supervisione delle procedure di passaggio di competenze e la ricostruzione dei ponti del bacino del Po.
9/3424/173. Zanichelli, Barzotti, Zolezzi, Spadoni, Ascari, Ferraresi, Sarti.