• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/03424/266 9/3424/266. De Girolamo, D'Ettore, Mugnai, Vietina.



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/03424/266presentato daDE GIROLAMO Carlo Ugotesto presentato Mercoledì 29 dicembre 2021 modificato Giovedì 30 dicembre 2021, seduta n. 623

   La Camera,

   premesso che:

    l'attuale strada statale n. 3-bis «Tiberina» – itinerario «E45» costituisce un importante collegamento viario anche tra le città di Orte e Ravenna, rappresentando una valida alternativa all'Autostrada A1;

    nel tratto compreso tra il comune di Pieve Santo Stefano e il confine con la regione Emilia-Romagna è presente la viabilità comunale ex strada statale Tiberina 3-bis che costituisce un itinerario alternativo più accessibile in situazioni di emergenza e/o incidenti che possono verificarsi sull'E45;

    il sopracitato percorso rappresenta l'unica alternativa all'importante collegamento viario della E45 ed è costituita dalla vecchia strada statale (ex strada statale Tiberina 3-bis), attualmente in gestione al comune di Pieve Santo Stefano (AR) a seguito di declassamento negli anni novanta;

    la strada comunale è in parte (tratto Valsavignone-confine di regione) chiusa al traffico, ormai da molti anni a seguito di ordinanza sindacale, in quanto le condizioni di transitabilità della sopra richiamata strada comunale risultano essere notevolmente limitate a causa delle dimensioni della sezione stradale, della presenza di movimenti franosi, sia di monte sia di valle, dello stato di degrado in cui versano ponti ed opere d'arte, nonché da scarsa manutenzione pregressa, antecedente la consegna al comune di Pieve S. Stefano, lungo l'intero suo tracciato, limitazioni per le quali si rendono necessari interventi di adeguamento della sezione, di ripristino del piano viabile, di messa in sicurezza delle pendici di monte e/o scarpate di valle, di interventi sulle opere d'arte, nonché l'installazione di protezioni marginali lungo l'intero tratto;

    tale tratto stradale non risulta però funzionale in quanto non sufficiente a garantire la percorribilità essendo ancora presenti lungo il rimanente tratto le criticità sopra elencate e l'importanza del ripristino di tale viabilità, alternativa all'E45, è stata fatta presente in più occasioni da parte degli Enti e degli organi di polizia territorialmente competenti;

    la E45 e la stessa viabilità della strada statale Ex Tib.3-Bis costituiscono infrastrutture assolutamente fondamentali per il collegamento e la circolazione che riguarda le regioni Toscana, Umbria, Marche ed Emilia-Romagna,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di prevedere, anche in successivi provvedimenti, risorse finalizzate al ripristino della viabilità della Ex Tib.3-Bis almeno dal centro abitato di Pieve S. Stefano al confine di regione fra Toscana ed Emilia Romagna, per garantire la sicurezza della circolazione e il collegamento tra comuni anche al fine della valorizzazione turistico-ambientale del territorio, nonché al fine di agevolare lo sviluppo economico imprenditoriale dei territori percorsi dal predetto reticolo viario e di preservare le attività economiche e sociali attualmente esistenti che richiedono immediati interventi sulla viabilità di collegamento che ha natura strategica per tutte le regioni dell'Italia centrale e per gli ulteriori sbocchi verso l'Emilia Romagna e il Nord Italia.
9/3424/266. De Girolamo, D'Ettore, Mugnai, Vietina.