• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/03354-A/007 9/3354-A/7. (Testo modificato nel corso della seduta) Gariglio, Andrea Romano, Casu, Pizzetti, Bruno Bossio, Del Basso De Caro, Cantini.



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/03354-A/007presentato daGARIGLIO Davidetesto diMartedì 21 dicembre 2021, seduta n. 619

   La Camera,

   premesso che:

    nel corso dell'esame del disegno di legge di conversione del decreto-legge 6 novembre 2021, n. 152, recante disposizioni urgenti per l'attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per la prevenzione delle infiltrazioni mafiose, che all'articolo 30 prevede il trasferimento al Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili (MIMS) delle funzioni di soggetto attuatore per le attività relative allo sviluppo della Piattaforma Logistica Nazionale Digitale (comma 1), nonché la possibilità del Ministero di avvalersi, tramite la stipula di una apposita convenzione, di Rete Autostrade per il Mediterraneo (RAM) SpA per lo svolgimento di dette attività (comma 5);

    la Piattaforma Logistica Nazionale Digitale (PLN) è un sistema di Intelligent Transport System (ITS) aperto creato e modulare per concentrare dati ed erogare servizi di sistema a tutti gli operatori e stakeholders della logistica e dei trasporti che si estende agli interporti, ai centri merci, ai porti e alle piastre logistiche (decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti 2005, n. 18T e articolo 61-bis del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, convertito con modificazioni dalla legge 24 marzo 2012, n. 27);

    la funzione strategica della PLN è stata riconosciuta nel Piano strategico nazionale della portualità e della logistica (PSNPL), approvato con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 26 agosto 2015, che all'obiettivo 6 ha previsto la digitalizzazione della catena logistica attraverso la realizzazione di una molteplicità di interventi tra cui la realizzazione di un'architettura modulare cooperativa che permetta di integrare informazioni e servizi relativi al trasporto su gomma e intermodalità (PLN) e alla gestione dei nodi (PLN, Port Community Systems, PIL);

    i Port Community System (PCS) sono un sistema informatico aperto e neutrale che abilita lo scambio di informazioni mirato e sicuro tra operatori economici ed enti pubblici che costituiscono la comunità portuale. In particolare, il PCS ottimizza, gestisce e automatizza i processi portuali, ivi compresi quelli autorizzativi, amministrativi e logistici, attraverso la singola immissione del dato e lo scambio di informazioni con il trasporto e la catena logistica. I PCS delle AdSP, così come realizzati o da realizzarsi sono compresi nel perimetro della PLN (direttiva 20 marzo 2018 del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti recante Linee guida per omogeneizzare ed organizzare i sistemi Port community system (PCS) da attuare attraverso la Piattaforma Logistica Nazionale (PNL));

    Rete Autostrade Mediterranee per la logistica, le infrastrutture e i trasporti (RAM) SpA è la società in house del MIMS, il cui capitale è interamente detenuto dal Ministero dell'economia e delle finanze, nata nel 2004 con l'obiettivo di attuare il cosiddetto «Programma Nazionale delle Autostrade del Mare» all'interno del più ampio contesto della Rete Trans-Europea dei Trasporti (TEN-T), oggi si occupa anche di promozione di iniziative di raccolta, analisi e monitoraggio di dati e statistiche nonché di valutazioni e di progetti e programmi di investimento relativi al settore porti e logistica, di assistenza tecnica alla Conferenza di coordinamento delle Autorità di sistema portuale e segretariato del Partenariato per la logistica ed i trasporti; gestione operativa degli incentivi all'intermodalità, erogati dal Ministero, al settore dell'autotrasporto (Marebonus, Ferrobonus, incentivi alla formazione e agli investimenti); gestione di programmi comunitari relativi a fondi erogati per le reti TEN-T (programmazione 2014-2020/2024); promozione e gestione di progetti a valere su bandi nazionali e comunitari nelle materie di interesse, sia direttamente che in qualità di implementing body del Ministero stesso; supporto a programmi e progetti di comunicazione di iniziative istituzionali;

    con l'entrata in vigore dell'articolo 30 del decreto-legge 6 novembre 2021, n. 152, le funzioni del precedente soggetto attuatore unico sono trasferite al MIMS il quale può avvalersi mediante apposita convenzione di RAM SpA (articolo 30, comma 5, del decreto-legge n. 152 del 2021) che sarà quindi incaricata di supportare il MIM5 nelle attività di digitalizzazione della logistica, con particolare riferimento ai servizi della PLN ai nodi logistici tra cui i porti e agli interporti,

impegna il Governo:

   a valutare l'opportunità di assicurare la realizzazione, la implementazione e la gestione di un sistema digitale che sia unico, aperto, istituzionale e pubblico e che offra servizi alla logistica nazionale, con particolare riferimento al Fort Community System (PCS) e al Freight Village System (FVS) nell'ambito della PLN;

   a valutare l'opportunità di prevedere che, nell'ambito del rafforzamento di RAM SpA, l'amministrazione della società sia affidata ad un Consiglio di Amministrazione, come previsto dall'articolo 14 dello Statuto, di cui due dei tre componenti siano nominati sentite le indicazioni delle associazioni Unione Interporti Riuniti (UIR) e l'Associazione dei Porti Italiani (Assoporti).
9/3354-A/7. (Testo modificato nel corso della seduta) Gariglio, Andrea Romano, Casu, Pizzetti, Bruno Bossio, Del Basso De Caro, Cantini.