• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/06376 DE POLI - Al Presidente del Consiglio dei ministri. - Premesso che: il vuoto di attenzione per lo sport della nostra Carta costituzionale, nonostante la modifica del titolo V avvenuta...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-06376 presentata da ANTONIO DE POLI
lunedì 20 dicembre 2021, seduta n.388

DE POLI - Al Presidente del Consiglio dei ministri. - Premesso che:

il vuoto di attenzione per lo sport della nostra Carta costituzionale, nonostante la modifica del titolo V avvenuta nel 2001 e la legge n. 280 del 2003 che ha sancito l'autonomia dell'organizzazione sportiva sotto il controllo del Ministero per i beni culturali non è, però, ancora stato colmato malgrado pressanti ed autorevoli sollecitazioni venute da più parti, in particolare dal Panathlon International patavino;

nella nostra Carta costituzionale è assente un esplicito riferimento allo sport, salvo quello indiretto dell'articolo 32 sul diritto alla salute;

considerato che:

l'esercizio dell'attività sportiva agonistica o amatoriale abitua i giovani all'osservanza delle regole, alla lealtà, al rispetto per gli altri assumendo, perciò, carattere sociale ed educativo;

altri Stati europei hanno già introdotto nella loro Carta costituzionale il riconoscimento del diritto allo sport,

si chiede di sapere:

se il Governo non reputi opportuno attribuire allo sport la dignità di rango "costituzionale" attivandosi per sostenere le iniziative volte ad inserire nella nostra Carta costituzionale la pratica sportiva come diritto del cittadino;

se intenda assicurare, inoltre, la realizzazione degli strumenti idonei a garantire l'esercizio libero e gratuito dello sport a tutti i cittadini.

(4-06376)