• Testo della risposta

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/07184 (5-07184)



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata Mercoledì 1 dicembre 2021
nell'allegato al bollettino in Commissione VIII (Ambiente)
5-07184

  L'articolo 2-bis del decreto-legge n. 121 del 2021 reca disposizioni finalizzate all'individuazione di nuovi siti per caselli autostradali funzionali all'accesso a stazioni ferroviarie per l'alta velocità, di prossima realizzazione, con i quali si intende valorizzare e rafforzare l'intermodalità sull'intera rete nazionale.
  In particolare, si prevede che il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili proceda, d'intesa con i concessionari delle tratte autostradali, all'individuazione, sulla base di un'analisi di fattibilità tecnico-economica, dei siti destinati alla realizzazione di nuovi caselli autostradali.
  Nell'evidenziare che è stata già avviata dal Ministero l'indispensabile attività istruttoria, rappresento che gli esiti di detta attività dovranno essere recepiti negli aggiornamenti dei piani economici-finanziari dei concessionari, cui spetterà l'onere di realizzare i conseguenti interventi nei limiti e secondo le modalità definiti dal rapporto concessorio.
  Quanto al coordinamento nazionale degli interventi infrastrutturali relativi alle tratte indicate nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), evidenzio che sono già operativi presso il Ministero: il cosiddetto Comitato PNRR, presieduto dal Ministro e dai responsabili delle strutture amministrative coinvolte nella realizzazione degli interventi; cinque Team Tematici (di cui uno specificamente dedicato al monitoraggio dei progetti e dei risultati) e l'Unità di missione per il monitoraggio dell'attuazione del PNRR.
  A ciò aggiungasi che, proprio in ragione delle esigenze del PNRR, è stata ulteriormente rafforzata la Struttura tecnica di missione per l'indirizzo strategico, lo sviluppo delle infrastrutture e l'alta sorveglianza.