• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/07184 (5-07184)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-07184presentato daMARAIA Generosotesto diMartedì 30 novembre 2021, seduta n. 606

   MARAIA, DAGA, DEIANA, D'IPPOLITO, DI LAURO, LICATINI, MICILLO, TERZONI, TRAVERSI, VARRICA e ZOLEZZI. — Al Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili. — Per sapere – premesso che:

   il decreto-legge n. 121 del 2021 prevede, all'articolo 2-bis, che il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, d'intesa con i concessionari delle tratte autostradali, proceda alla valutazione, sulla base di un'analisi di fattibilità tecnico-economica, dei siti per l'ubicazione dei caselli autostradali funzionali all'accesso alle stazioni ferroviarie per l'alta velocità e per l'alta capacità di prossima realizzazione;

   tale previsione registra la necessità di incrementare la dotazione infrastrutturale funzionale alle nuove stazioni per l'alta velocità e alta capacità ed al servizio delle aree produttive ed industriali ad esse connesse, soprattutto nel Mezzogiorno, con l'obbiettivo di riequilibrare i divari socioeconomici ed infrastrutturali tra le aree costiere e le aree interne;

   in particolare, le Autorità di sistema portuale dovranno indicare al Ministero delle infrastrutture della mobilità sostenibile ed alle regioni le aree portuali e retroportuali destinabili all'ubicazione delle piattaforme logistiche e dei punti di scambio intermodale, nonché le aree potenzialmente destinabili alla costruzione dei predetti caselli autostradali;

   il Dipartimento per la mobilità sostenibile del Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, nell'ambito delle competenze assegnategli, si occupa di programmazione, indirizzo, regolazione e vigilanza in materia di trasporti terrestri, di programmazione e regolazione in materia di trasporto intermodale;

   allo stato attuale, tuttavia, occorre dare maggior impulso al coordinamento nazionale degli interventi infrastrutturali relativi alle tratte indicate nel Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr);

   in particolare, occorre creare una vera e propria rete nazionale dell'intermodalità, dell'interportualità e delle piattaforme logistiche esistenti o di nuova realizzazione, anche mediante il coinvolgimento delle Autorità di sistema portuale, contestualmente individuando i caselli autostradali funzionali all'accesso alle stazioni ferroviarie per l'alta velocità e per l'alta capacità, con il duplice scopo di garantire il coordinamento degli interventi finalizzati a rafforzare l'intermodalità tra aree portuali del Centro-Nord e del Mezzogiorno e di ridurre il trasporto su gomma delle merci, favorendo quello su rotaia e limitando, conseguentemente, il livello delle emissioni inquinanti, nel rispetto degli obiettivi della transizione ecologica –:

   se il Ministro interrogato intenda adottare iniziative finalizzate a supportare la cabina di regia del Pnrr mediante l'istituzione, in seno al Dipartimento per la mobilità sostenibile del Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, di un apposito comitato tecnico di coordinamento degli interventi infrastrutturali di cui in premessa con il compito – tra gli altri – di individuare i siti per l'ubicazione del caselli autostradali funzionali alle nuove stazioni per l'alta velocità ed alta capacità.
(5-07184)