• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/10609 (4-10609)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-10609presentato daSPESSOTTO Ariannatesto diGiovedì 4 novembre 2021, seduta n. 588

   SPESSOTTO, SIRAGUSA, TERMINI, LEDA VOLPI, COSTANZO e MANIERO. — Al Ministro delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, al Ministro dell'economia e delle finanze, al Ministro della transizione ecologica. — Per sapere – premesso che:

   Ita Airways è una società partecipata al 100 per cento dal Ministero dell'economia e delle finanze per l'esercizio dell'attività nel settore del trasporto aereo;

   all'avvio delle proprie attività, Ita Airways opererà con una flotta di 52 aerei di cui 7 wide body e 45 narrow body; nel 2022 la flotta crescerà fino a 78 aeromobili (+26 sul 2021) di cui 13 wide body (+6 sul 2021) e 65 narrow body (+20 sul 2021). Dal 2022 è previsto l'inizio dell'inserimento in flotta degli aeromobili di nuova generazione che sostituiranno progressivamente i velivoli di vecchia tecnologia. A fine 2025 la flotta crescerà sino a 105 aerei (23 wide body e 82 narrow body) con il 70 per cento degli aeromobili di nuova generazione;

   l'azienda ha presentato in conferenza stampa la nuova livrea degli aerei, che sarà di colore azzurro metallizzato;

   fonti stampa rendono noto che il colore metallizzato sarebbe più pesante perché realizzato con la mica necessaria per rendere la lucentezza;

   il peso del colore aumenterebbe il peso dell'aereo e, conseguentemente, il consumo di carburante;

   gli esperti quantificherebbero il maggior peso del colore in 300 chilogrammi, i tecnici di Ita Airways in 120 chilogrammi;

   il colore metallizzato, inoltre, è più delicato in quanto può alterarsi facilmente, soprattutto a ridosso del portellone dei carrelli dove può capitare che si verifichino piccole perdite di olio idraulico che richiedono interventi di manutenzione più frequenti e, quindi, maggiori costi;

   eventuali interventi di modifica del colore degli aerei richiederebbero tempi lunghi, con conseguente ritardo dell'operatività della flotta e, quindi, spese ancora maggiori;

   per la nascita Ita Airways sono state impegnate ingenti risorse pubbliche;

   la nascita di una nuova compagnia avrebbe dovuto rappresentare una svolta importante rispetto ai precedenti interventi di salvataggio di Alitalia che hanno assorbito ingentissime risorse pubbliche sottratte ad altri investimenti più profittevoli;

   l'azienda ha annunciato che si doterà di una flotta area moderna ed in grado di ridurre significativamente l'impatto ambientale;

   l'azienda, sul proprio sito, dichiara che la sostenibilità ambientale è il pilastro fondamentale del suo piano industriale;

   sul medesimo sito si legge, inoltre, che Ita Airways sta lavorando con gli stakeholder nazionali ed internazionali per introdurre nei suoi standard operativi l'utilizzo di carburanti sostenibili e che utilizzerà, sui propri aerei, esclusivamente materiali compostabili;

   considerato che Ita Airways opera su tratte transoceaniche, il consumo di combustibile a quelle altezze ha un impatto ancora maggiore in termini di riduzione del contenuto di ozono nell'atmosfera, causa principale del drammatico fenomeno di riscaldamento globale in atto;

   la scelta di un'immagine potenzialmente accattivante da parte dell'azienda non può prescindere dalle ricadute negative, sostanziali e di immagine e tale scelta appare in fortissima contraddizione con la coscienza ambientale imposta dall'emergenza climatica in atto, agli operatori industriali;

   una scelta, ad avviso degli interroganti così sconsiderata, offre un'immagine negativa dell'Italia stessa, alla vigilia delle politiche di attuazione del piano nazionale di ripresa e resilienza;

   non è accettabile finanziare direttamente o indirettamente una società che aumenta deliberatamente le esternalità negative provocate dalle sue attività, in contrasto con i principi di efficienza economica e tutela dell'ambiente –:

   se il Governo sia a conoscenza dei fatti esposti in premessa e se gli stessi trovino conferma;

   se il Governo non intenda adottare le iniziative di competenza per evitare azioni, da parte della compagnia, che arrechino pregiudizio all'ambiente.
(4-10609)