• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.3/02900 PAPATHEU - Al Presidente del Consiglio dei ministri. - Premesso che: il maltempo che da giorni imperversa in particolare sulla Sicilia orientale, ma anche su altre aree dell'isola, a...



Atto Senato

Interrogazione a risposta orale 3-02900 presentata da URANIA GIULIA ROSINA PAPATHEU
martedì 26 ottobre 2021, seduta n.370

PAPATHEU - Al Presidente del Consiglio dei ministri. - Premesso che:

il maltempo che da giorni imperversa in particolare sulla Sicilia orientale, ma anche su altre aree dell'isola, a causa delle precipitazioni pari a quelle che si registrano in 6 mesi, sta causando fiumi di fango, crolli ed esondazioni;

come emerge dal report della protezione civile regionale, la situazione resta critica anche per la giornata di domani 27 ottobre 2021;

a Catania le violente piogge hanno provocato diversi danni e allagamenti e anche nella provincia etnea è esondato il fiume Simeto;

gli elementi più drammatici sono il ritrovamento a Scordia, nel catanese, in un agrumeto, di uno dei due dispersi per i quali erano state avviate le ricerche ieri e la morte a Gravina di Catania, in via Etnea, di un 53enne annegato nel fiume in piena creato dal nubifragio che da ore si abbatte sul capoluogo etneo e in provincia;

le violente piogge hanno provocato l'esondazione di alcuni corsi d'acqua che hanno in breve occupato le strade. Sempre a Catania è stato allagato lo storico mercato della Pescheria ed è stata invasa la fontana da cui emerge per un tratto il fiume sotterraneo Amenano, nonché il pronto soccorso pediatrico dell'ospedale "Garibaldi";

oltre agli ingenti danni descritti, per alcune ore, nel centro storico si è verificato un black out che ha colpito anche il municipio. La prefettura ha rinnovato il provvedimento di sospensione dell'attività didattica in tutte le scuole proprio in conseguenza dell'allerta meteorologica;

anche la zona industriale etnea, che è la più importante del Mezzogiorno, è stata colpita da allagamenti, con notevoli problematiche per le multinazionali e per le piccole e medie imprese, nonché la strada statale 114 nel tratto che collega Catania e Siracusa;

i Vigili del fuoco di Catania hanno, finora, eseguito oltre 214 interventi con 429 operatori al lavoro e continua ad aumentare il bilancio dei danni all'ambiente ed alle infrastrutture,

si chiede di sapere:

se si intenda adottare le iniziative di competenza per accogliere le richieste di riconoscimento dello stato di emergenza nelle zone maggiormente colpite dagli eventi calamitosi;

se si intenda prevedere stanziamenti straordinari, già nel prossimo disegno di legge di bilancio, per ristorare le imprese e i soggetti coinvolti dai danni provocati dal maltempo.

(3-02900)