• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.0/02381/007/ ... Il Senato, in sede di conversione in legge del decreto-legge 8 settembre 2021, n. 120, recante disposizioni per il contrasto degli incendi boschivi e altre misure urgenti di protezione...



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/2381/7/13 presentato da DAVIDE FARAONE
martedì 19 ottobre 2021, seduta n. 248


Il Senato,
in sede di conversione in legge del decreto-legge 8 settembre 2021, n. 120, recante disposizioni per il contrasto degli incendi boschivi e altre misure urgenti di protezione civile,
premesso che:
l'Italia centro-meridionale e insulare è stata investita da un'eccezionale situazione meteoclimatica, con particolare riferimento al territorio delle Regioni Calabria, Molise, Sardegna e Sicilia che è stato interessato da gravi incendi boschivi, di interfaccia e urbani determinando una grave situazione di pericolo per l'incolumità delle persone;
detti incendi si sono manifestati, in relazione all'estensione della superficie coinvolta e al numero di episodi, con una intensità di gran lunga superiore alle medie stagionali degli ultimi anni, e che gli stessi hanno causato la perdita di vite umane, la distruzione di decine di migliaia di ettari di vegetazione, il danneggiamento di edifici pubblici e privati, l'evacuazione di numerose persone dalle loro abitazioni e da strutture turistico-ricettive, nonché hanno provocato gravi danni all'allevamento e alle aziende agricole e zootecniche;
per far fronte a tali episodi è stato posto in essere uno straordinario intervento sul piano operativo tramite l'impiego di tutte le risorse umane e strumentali disponibili sui territori regionali, il pieno dispiegamento della flotta aerea nazionale antincendi boschivi, disposto per il tramite del Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) del Dipartimento della Protezione Civile, il ricorso al meccanismo unionale di protezione civile e il coinvolgimento coordinato di uomini e mezzi del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco, delle colonne mobili delle altre Regioni e Province autonome e del volontariato organizzato di protezione civile;
risulta necessario provvedere tempestivamente a porre in essere tutte le iniziative di carattere straordinario finalizzate al superamento della grave situazione determinatasi a seguito degli eventi calamitosi in rassegna;
impegna il Governo:
a prevedere, in sede di predisposizione della Legge di bilancio 2022, le seguenti misure:
a. appositi contributi da destinare alle attività economiche che abbiano subito dei danni a seguito dei gravi incendi boschivi, di interfaccia e urbani verificatisi nei territori di cui alla Delibera del Consiglio dei Ministri del 26 agosto 2021;
b. per il rafforzamento della capacità operativa nelle attività di prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi, lo stanziamento di risorse ulteriori rispetto alla vigente programmazione da destinare alle Regioni a statuto ordinario e speciale e le Province autonome di Trento e Bolzano per l'acquisizione di mezzi operativi, terrestri e aerei, inclusi i droni dotati di sensori, videocamere ottiche e a infrarossi nonché di radar, e di attrezzature per la lotta attiva agli incendi boschivi;
c. nei confronti delle persone fisiche che avevano la residenza ovvero la sede operativa nel territorio dei comuni di cui alla Delibera del Consiglio dei Ministri del 26 agosto 2021, la sospensione dei termini dei versamenti e degli adempimenti tributari, inclusi quelli derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione, nonché dagli atti previsti dall'articolo 29 del decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito con modificazioni dalla legge 30 luglio 2010, n. 122, scadenti nel periodo compreso tra il 1 agosto 2021 e il 16 dicembre 2021;
d. il rifinanziamento del fondo regionale di protezione civile di cui all'articolo 12, comma 2, della legge 21 novembre 2000, n. 353.
(0/2381/7/13)
Faraone, Garavini