• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.3/02551 (3-02551)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in Assemblea 3-02551presentato daDORI Devistesto presentato Martedì 19 ottobre 2021 modificato Mercoledì 20 ottobre 2021, seduta n. 578

   DORI, CONTE e DE LORENZO. — Al Ministro della giustizia . — Per sapere – premesso che:

   l'articolo 6, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, come modificato dall'articolo 4 del decreto legislativo 27 maggio 2017, n. 75, prevede l'obbligo per le amministrazioni pubbliche di adottare il piano triennale dei fabbisogni di personale;

   il piano triennale dei fabbisogni di personale rappresenta un fondamentale strumento di natura organizzativa della pubblica amministrazione, indispensabile per la programmazione triennale delle assunzioni;

   il 12 giugno 2019 il Ministero della giustizia ha emanato il piano triennale dei fabbisogni di personale relativo all'organizzazione giudiziaria per il periodo 2019-2021;

   lo scopo primario è quello di occupare i posti vacanti negli uffici giudiziari italiani e collocare nuovo personale;

   nel 2020 il Ministero della giustizia ha avviato la procedura di reclutamento delle risorse indicate mediante l'indizione di alcuni bandi per l'assunzione di personale amministrativo con varie qualifiche;

   malgrado l'espletamento di alcune procedure selettive, a oggi le dotazioni organiche del personale addetto alle cancellerie e alle segreterie degli uffici giudiziari, già esse stesse da revisionare perché sottonumerate, risultano ancora insufficienti. Allo stato attuale, rispetto alle piante organiche, risultano scoperti numerosi posti;

   i motivi stanno nella mancata effettiva assegnazione dei candidati vincitori presso le sedi di competenza e nella sospensione dello scorrimento delle graduatorie per l'immissione in servizio, ciò anche tenuto conto dei numerosi pensionamenti intervenuti;

   la situazione coinvolge un considerevole numero di persone pronte a prendere immediato servizio, ma che invece risultano in attesa di collocazione o di riqualificazione professionale;

   per la sola posizione di direttore amministrativo è stato pubblicato un interpello interno di assestamento nel cui bando si evidenziano le relative ingenti scoperture di organico del personale non risolte dal concorso espletato;

   il 14 e 15 ottobre 2021 le organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil del pubblico impiego hanno dato vita a due giorni di mobilitazione, a Roma, Milano e Napoli, per segnalare all'opinione pubblica le gravi carenze del sistema giustizia, in particolare, hanno ribadito la necessità di «nuove assunzioni per colmare le carenze personale» e «di stabilizzare gli assunti a tempo determinato». Una mobilitazione che intendono proseguire;

   allo stato, il nuovo piano triennale dei fabbisogni di personale 2021-2023 non risulta ancora emanato –:

   con quale tempistica sia prevista l'adozione del piano triennale dei fabbisogni del personale amministrativo dell'amministrazione giudiziaria, con le conseguenti determinazioni relativamente alle immissioni dei vincitori di concorsi, allo scorrimento delle graduatorie, alla riqualificazione del personale in servizio e alla mobilità interna.
(3-02551)