• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/06883 (5-06883)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-06883presentato daRIZZETTO Waltertesto diMercoledì 20 ottobre 2021, seduta n. 578

   RIZZETTO. — Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali. — Per sapere – premesso che:

   il 23 settembre 2021 l'amministratore delegato di Bnl – del gruppo Bnp Paribas – Elena Goitini, ha presentato alle segreterie nazionali e alle delegazioni aziendali le linee programmatiche del Piano industriale 2022-2025;

   a quanto si apprende dall'amministratore delegato, il piano prevede la riduzione della rete fisica di 135 agenzie a favore della creazione di strutture centralizzate integrate, distribuite per macro territori, ed un nuovo modello operativo «back office» e «it». Inoltre, accorda una partnership con aziende leader a cui trasferire attività, lavoratrici e lavoratori;

   risulta dunque che la Bnl voglia conferire ad altre aziende esterne la fornitura di alcuni servizi, per procedere di fatto a delle esternalizzazioni che consentiranno di risparmiare sul personale;

   tali manovre, a parere dell'interrogante, avrebbero dannose conseguenze nei confronti dei lavoratori coinvolti, circa 836 fra «It» e «back office» e altri 100 che verrebbero espulsi dal perimetro del Gruppo con la cessione di Axepta. Per tutto il personale ceduto ad altre società – come Accenture e Capgemini – è concreto il rischio di esuberi e cambi di contratto con condizioni peggiorative;

   in sostanza, non sembra di assistere ad un piano di rilancio aziendale ma al ricorso di una strategia che colpisce duramente i lavoratori pur di tagliare i costi del lavoro;

   per questi motivi, i sindacati – in particolare, Fabi e Unisin-Confsal – hanno annunciato che si opporranno al piano industriale che la dirigenza del gruppo intende portare avanti nei confronti dei lavoratori;

   è necessario intervenire a tutela di queste persone che verrebbero travolte da iniziative che, invece di puntare sulla formazione e riqualificazione dei dipendenti, sono finalizzate, ad avviso dell'interrogante, in modo scriteriato, ad una mera politica di risparmio –:

   se e quali iniziative il Governo intenda adottare per tutelare i livelli occupazionali e i diritti dei lavoratori coinvolti dalle conseguenze di quello che appare all'interrogante uno scellerato piano industriale per i motivi esposti in premessa.
(5-06883)