• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/00522-A/004 9/522-A/4. Caretta, Ciaburro.



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/00522-A/004presentato daCARETTA Maria Cristinatesto diMercoledì 13 ottobre 2021, seduta n. 576

   La Camera,

   premesso che:

    il testo in esame reca disposizioni finalizzate a sostenere la partecipazione delle donne al mercato del lavoro e a promuovere la parità retributiva tra i sessi, anche attraverso apposite misure per favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro;

    il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) è funzionale, nella sua natura e nelle sue linee progettuali, a promuovere il ruolo delle donne nel mondo del lavoro, ed in tal senso deve operare rimuovendo ogni ostacolo alla realizzazione di tale obiettivo, senza in ogni caso pregiudicare opportunità e percorsi di crescita per gli uomini, in un'ottica di gioco a somma positiva;

    esiste un forte fenomeno di discriminazione diretta ed indiretta nei confronti delle donne che decidono di perseguire un percorso carrieristico in contesti aziendali, ma anche di mettere su una famiglia;

    in Italia, il tasso di occupazione femminile registra in modo sistemico e strutturali dei crolli per le madri, secondo elaborazioni di dati Istat, il crollo dell'occupazione è direttamente proporzionale al numero di figli;

    tale fenomeno non si verifica nel caso degli uomini, per i quali il tasso di occupazione resta tendenzialmente stabile;

    la predetta tendenza è da riferirsi al fatto che la gestione, soprattutto nei primi anni di vita, di un figlio arriva ad occupare quantità di tempo tali – in assenza di politiche a sostegno – da non permettere alla donna di dedicare alla propria attività lavorativa il medesimo tempo che un uomo è in grado di fornire;

    in alcuni contesti imprenditoriali ed aziendali, la gravidanza rappresenta spesso l'uscita permanente dal mercato del lavoro, spesso con difficoltà di reintegro nelle aziende di pertinenza, o il passaggio a tutele e livelli contrattuali più bassi;

    in tal senso occorrono incentivi che possano favorire un contesto di piena integrazione economica e sociale delle donne nelle aziende, anche mediante le risorse messe a disposizione dal Pnrr,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di prevedere uno stanziamento economico complementare al Pnrr, anche in fase attuativa del testo in esame, tale da creare un meccanismo di premialità, nell'ambito della parità di genere, per le realtà economiche ed imprenditoriali che decidono di sostenere l'occupazione femminile di donne all'interno di percorsi di gravidanza, anche mediante reintegrazione in azienda.
9/522-A/4. Caretta, Ciaburro.